Riduzione squadre Serie A da 20 a 18: pochi club entusiasti, ma per ora è presto

Riduzione squadre Serie A da 20 a 18: pochi club entusiasti, ma per ora è presto
Calcio Casteddu SPORT

Al vaglio anche play-off e play-out, come accade anche dalla Serie B in poi e in vari altri sport.

PLAY-OFF E PLAY-OFF

La riduzione favorirebbe anche l’incremento di più partite a livello internazionale, come è nel progetto Uefa e Fifa.

Bisognerà capire il calo dei ricavi con due club in meno. Non siamo ancora all’ok definitivo.

Ma la riforma del campionato di Serie A, con i club che passerebbero dai 20 attuali a 18, si può realizzare. (Calcio Casteddu)

Ne parlano anche altre fonti

Il presidente della Federazione ha invitato i partecipanti a pensare in maniera collaborativa e per il bene di tutto il sistema. La società di consulenza Deloitte ha poi illustrato un’analisi relativa all’impatto economico del possibile taglio che porterebbe però a meno ricavi dai diritti tv (Samp News 24)

Per questo i presidenti di Serie A, durante l’Assemblea di Lega di mercoledì in cui si discuteva del nuovo format per il campionato, hanno chiesto tempo. La formula alternativa più gettonata è quella che vede impegnate 18 squadre con due gare di playout per decidere la terza retrocessa. (CalcioNapoli24)

L'idea di scendere da 20 a 18 squadre in Serie A non sembra essere vista di buon occhio dalla maggioranza dei club, secondo l'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. La formula più gettonata è quella che vede impegnate 18 squadre, con due gare di play-out per decidere la terza retrocessa. (Milan News)

Serie A, il format a 18 squadre convince poco. Meno partite significa meno soldi

Il presidente della FIGC ha invitato i presidenti, collegati in video-conferenza per l'assemblea, a ragionare sull'idea ma, al momento, i pareri favorevoli sono giunti solo da 5-6 squadre. (fcinter1908)

Serie A a 18. La riforma riguarderebbe tutti i tornei professionistici in Italia (TUTTO mercato WEB)

Oggi la questione arriva in Federcalcio: Gravina cerca di trovare una linea comune. Il vento del cambiamento non è sempre un vento amico. L’idea di scendere da 20 a 18 squadre, che sia dal 2023 o dal 2024, va affrontata con attenzione, anche se la maggioranza dei club non la vede affatto di buon occhio (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr