Eitan, lo zio paterno: “Andremo in Israele, ma non diciamo la data. Troppi complici hanno aiutato i nonni materni”

Eitan, lo zio paterno: “Andremo in Israele, ma non diciamo la data. Troppi complici hanno aiutato i nonni materni”
Notizie - MSN Italia INTERNO

Ci sono stati tanti complici, tante persone che hanno aiutato i nonni materni di Eitan a portare il piccolo in Israele, di questo è convinto lo zio materno Or Nirko.

«Il ruolo della nonna sì è importante ha detto ai giornalisti, parlando anche di «tanti complici e persone che gli hanno dato una mano.

Video: Eitan resta in Israele, chiesto il rimpatrio (Mediaset). Eitan, il bimbo sopravvissuto alla strage del Mottarone e sequestrato dal nonno materno Schmulik Peleg, è in Israele da quattro giorni. (Notizie - MSN Italia)

La notizia riportata su altre testate

di Giuseppe Guastella. Gli inquirenti stanno acquisendo i tabulati dei telefoni di Shmuel Peleg, nonno di Eitan, e della ex moglie Esther Athen Coen che è stata in Italia dopo la tragedia: sono indagati per sequestro di persona aggravato. (Corriere della Sera)

Ha anche sostenuto che il trasferimento di Eitan in Israele è avvenuto “in maniera legale e dopo una consultazione con esperti di diritto”. Secondo la procura di Pavia, Cohen sarebbe stata in Italia insieme all’ex marito nei giorni scorsi e lo avrebbe aiutato a rapire Eitan (The Italian Times)

Unico sopravvissuto: Eitan Biran, il bambino di 6 anni, che nell'incidente ha perso mamma e papà. A quel punto sul telefono cellulare di Aya era arrivato un messaggio da parte della zia materna Gali Peleg con scritto "Eitan è a casa". (Euronews Italiano)

Eitan, lo zio paterno: 'Ha sempre vissuto in Italia, la sua vita e' qua non in Israele'

€ 500.000.007,00 int. p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. (Mediaset Play)

Video: Il nonno di Eitan agli arresti domiciliari in Israele dopo l'interrogatorio (RaiPlay). LEGGI ANCHE > Lo zio paterno di Eitan annuncia: "Abbiamo parlato col bimbo". La nonna ha quindi ribadito l'entusiasmo di Eitan: "A Pavia ogni volta che lo dovevo riportare, lo riportavo in ritardo perché il bambino si disperava, non voleva assolutamente rientrare a casa" (Notizie - MSN Italia)

Lui qua ha tutti i suoi amici e parla l'italiano molto meglio dell'ebraico". Israele per lui e' sempre stato un posto dove andare in vacanza due volte all'anno, ha un bel ricordo per quello ma non e' la sua casa. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr