Cortina 2021, ‘From sky to the sky’ per salutare i Mondiali

Cortina 2021, ‘From sky to the sky’ per salutare i Mondiali
MilanoSportiva SPORT

Dopo due settimane di gare mozzafiato anche questi i Campionati del mondo di sci alpino, ‘Cortina 2021’, stanno volgendo al termine.

A segnare anche visibilmente la conclusione di Cortina 2021 sarà l’ammainabandiera del Tricolore e dello stendardo FIS.

E’ il pensiero di Valerio Giacobbi, Amministratore delegato di Fondazione Cortina 2021

Il commentatore delle gare di Cortina 2021, Zoran Filicic, indosserà gli abiti dell’attore. (MilanoSportiva)

Se ne è parlato anche su altre testate

L'atleta trentino ha ricevuto i complimenti dei militari del Corpo con un abbraccio che, seppur virtuale, non ha fatto mancare a de Aliprandini il calore, la soddisfazione e l'orgoglio di tutta la Guardia di finanza per lo straordinario risultato che ha ottenuto. (Il Gazzettino)

Per la proposta di matrimonio, quindi, dovrà aspettare almeno il prossimo autunno I due hanno iniziato la loro love story l'1 settembre di sei anni fa, nel festa del 24° compleanno dell'azzurro. (la Repubblica)

Alle sue spalle, sul podio, ci sono la slovacca Petra Vlhova (+1"00) e l'americana Mikaela Shiffrin (+1"98) che dunque agguantano rispettivamente l'argento e il bronzo. Liensberger oro in slalom a Cortina, Irene Curtoni 18^ Alle spalle dell'austriaca ci sono Petra Vlhova e Mikaela Shiffrin. (Ottopagine)

Mondiali Cortina 2021, ritorno al passato per lo slalom maschile: inversione solo dei primi 15

Sarà poi il turno di Mikaela Shiffrin, campionessa del mondo in carica, e già campionessa a Schaldming 2013, Vail 2017, St.Moritz 2017 e appunto Are 2019. Terzo pettorale per la sorprendente canadese St-Germain, che grazie alle assenze ed ad una buona stagione fin qui (3 volte nelle top10) si ritrova in primo gruppo di merito. (Fantaski.it)

Con gli slalom ancora in programma sul Col Druscié, attualmente sono tre gli atleti capaci di firmare la doppietta di medaglie d'oro in questo evento mondiale: parliamo di Lara Gut-Behrami, che di medaglie ne ha conquistate tre considerando anche il bronzo in discesa tra gli ori di super-g e gigante, di Vincent Kriechmayr autore dell'uno-due nella velocità e ora anche di Mathieu Faivre, che al titolo in parallelo ha aggiunto quello odierno in gigante. (NEVEITALIA.IT)

La prassi dell’inversione dei 15 era prevista fino a metà degli anni ’90, in ogni caso il regolamento delle competizioni internazionali spiega che “possono essere emanate regole speciali per i Giochi Olimpici invernali, i Campionati mondiali, le Coppe del mondo e le Coppe Continentali” (Sportface.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr