Casini dimesso: "Ancora positivo purtroppo, ma sereno e tranquillo"

Casini dimesso: Ancora positivo purtroppo, ma sereno e tranquillo
ilGiornale.it INTERNO

L’isolamento domiciliare è comunque meglio ", ha scritto il senatore su Instagram allegando una foto scattata poco prima delle dimissioni.

Ad annunciare le dimissioni è stato lo stesso Pierferdinando Casini con un post su Instagram. "

Ancora positivo purtroppo, ma sereno e tranquillo.

Pierferdinando Casini è stato dimesso dall'ospedale Spallanzani, dove ha trascorso l'ultima settimana a causa dell'infezione da coronavirus. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Di Battista e le espulsioni M5s, parte l'iter per cacciarli: pronta la battaglia legale. E il premier Draghi? «Questi ribelli 5s sono gli stessi che volevano mettere sotto accusa Draghi quando io ero alla Commissione banche. (Il Messaggero)

Era stato ricoverato all'ospedale Spallanzani di Roma dopo aver contratto il coronavirus. Pier Ferdinando Casini torna a casa. (Adnkronos)

L'ex presidente della Camera aveva annunciato la settimana scorsa di essere positivo al Covid e di essere stato ricoverato allo Spallanzani, dicendo con ironia: "L'erba cattiva non muore mai". "Malattia subdola, la più preoccupata è mia madre" di Eleonora Capelli 17 Febbraio 2021 di Eleonora Capelli (La Repubblica)

**Covid: Casini, 'situazione sempre sotto controllo, più fortunato di altri'**

asini ricoverato allo Spallanzani con il Covid. Casellati in Aula: «Auguri al senatore di buona guarigione». Covid, Casini positivo: «Ho un po' di tosse, ma sto bene» (Il Messaggero)

L’iter della malattia. Qualche giorno dopo aver annunciato pubblicamente di essere positivo al Covid, il senatore Pier Ferdinando Casini è stato ricoverato all’ospedale Spallanzani di Roma. Dopo il ricovero in ospedale, Pier Ferdinando Casini torna a parlare pubblicamente del suo stato di salute: “Sono ancora positivo”. (Altranotizia)

Ho tosse, spossatezza ma non ho altri sintomi. (Adnkronos) - "Io sono un privilegiato rispetto a tante persone. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr