Salvini (Lega): "Obbligo vaccini per docenti e studenti? Non in un Paese libero. Tornare a scuola in presenza senza terrore" - Orizzonte Scuola Notizie

Salvini (Lega): Obbligo vaccini per docenti e studenti? Non in un Paese libero. Tornare a scuola in presenza senza terrore - Orizzonte Scuola Notizie
Orizzonte Scuola INTERNO

Non in un Paese libero.

Così il segretario della Lega Matteo Salvini a Siena, a margine di un comizio a sostegno di Tommaso Marrocchesi Marzi, candidato per il centrodestra alle elezioni suppletive per il collegio Toscana 12, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano un commento sull’ipotesi dell’obbligo vaccinale.

Tornare a scuola in presenza senza terrore” Di. Parlare di obbligo vaccinale per studenti di 13 o 14 anni o per gli insegnanti non fa parte del mio modo di pensare un paese libero dove la gente deve fare le cose perche’ ci crede”. (Orizzonte Scuola)

Su altri giornali

Entro questa settimana Salvini riceverà la prima dose di vaccino, dunque, seguendo l’esempio dei leghisti Fedriga e Giorgetti già immunizzati. Le polemiche non si sono fatte attendere, con l’accusa di «un atteggiamento tiepido» nei confronti di un tema così importante. (Open)

La donna ha cominciato a tirare calci, pugni e schiaffi a destra e a sinistra, contro chiunque le si parasse davanti. A fermarla hanno provato in tanti: amici, conoscenti e forze dell’ordine, ma non c’era verso di placarla (La Nuova Venezia)

"La variante delta è più contagiosa? "La variante Delta manda a picco le Borse? (Video - La Stampa)

Salvini mette un freno sui vaccini. E ora fa più danni delle varianti

Rivolgendosi direttamente agli over 60, Salvini ha detto: “Il vaccino ti evita la terapia intensiva e la morte, nella fascia mediana 40/60 invece è una scelta che io faccio”, mentre dai 20 anni in giù, “se si guardano i numeri” Salvini ha sottolineato come le controindicazioni siano più alte del rischio Covid. (LiberoQuotidiano.it)

Lo afferma il leader della Lega, Matteo Salvini, rispondendo così alle polemiche di chi lo critica per non aver ancora fatto il vaccino anti Covid. Il vaccino «lo farò nei prossimi giorni, la metà dei miei coetanei non è ancora vaccinata e quindi rispetto la fila come tutti gli altri», afferma Salvini parlando con la stampa a Bologna. (Corriere della Sera)

Una situazione simile si registra anche sul green pass. L’obiettivo è quello di tenere le restrizioni al minimo, ma intensificare l’uso del green pass dove i contagi crescono. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr