La Valle d'Aosta diventa l'unica regione rossa. Sardegna arancione, il resto come prima. Il calo contagi e decessi

TG La7 INTERNO

"In molti paesi europei c'è una curva in crescita, mentre in Italia c'è una decrescita ma sempre lenta. della curva.

Il flusso del Ministero a ieri sera - ha aggiunto Brusaferro - indica l'incidenza a 148 per 100mila abitanti contro 159 della scorsa settimana"

Ieri erano stati 14.320 i casi e 288 i morti.

cronaca. Continua lenta ma costante la discesa dei numeri dell'epidemia in Italia.

13.500 nuovi casi e 263 morti con il tasso di positività in discesa al 3,9%. (TG La7)

Ne parlano anche altri giornali

Riteniamo che adottando queste tre iniziative si potrà finalmente dare una boccata di ossigeno a un territorio, come quello valdostano, duramente martoriato dalle conseguenze della pandemia e da limitazioni che spesso appaiono prive di senso Le mozioni. (gazzettamatin.com)

Come si temeva la Valle d’Aosta è costretta a tornare in zona rossa per il superamento dei 250 casi ogni 100 mila abitanti, come prevedono i decreti più recenti se l’incidenza supera tale soglia la zona rossa è automatica. (Sputnik Italia)

30 aprile 2021 a. a. a. Valle d'Aosta in zona rossa, Sardegna in arancione e Puglia in bilico tra giallo e arancione. Covid, Vaia garantisce: "Sulle varianti toni troppo allarmistici, bisogna riaprire". (Corriere dell'Umbria)

Tutte le altre regioni e Province Autonome sono da considerarsi invece in area gialla, eccezion fatta per alcuni lockdown decretati a livello locale in determinati Comuni. La lotta alla pandemia di Coronavirus, insomma, prosegue tra una chiusura e l’altra. (Il Sussidiario.net)

(askanews) - Sono 13.446 i nuovi positivi al coronavirus SARS-CoV-2, su oltre 338mila test effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, 263 i morti secondo i dati dell'ultimo bollettino del ministero della Salute. (Tiscali.it)

A cura della Redazione. Ministero della Salute, ordinanza 30/04/2021 (Gazzetta Ufficiale 30/04/2021, n. 103) I0Q4#sardegna.pdf. Ministero della Salute, ordinanza 30/04/2021 (Gazzetta Ufficiale 30/04/2021, n. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr