Decreto rilancio, scuole paritarie dimenticate. Il commento di suor Anna Monia Alfieri

TG2000 INTERNO

Al riguardo abbiamo sentito l’esperta di politiche scolastiche suor Anna Monia Alfieri.

Published on May 13, 2020. A leggere le bozze del decreto “Rilancio” sembra quasi che le scuole paritarie siano state dimenticate.

(TG2000)

La notizia riportata su altri media

Peccato che ad oggi non sia stato dato alcun seguito a queste affermazioni: le scuole paritarie rischiano di chiudere e il Governo non sta facendo nulla». Dev’essere invece il tempo delle decisioni», prosegue Salini. (Tempi.it)

Si chiamano scuole paritarie e svolgono a tutti gli effetti un servizio pubblico, anche se la gestione non è in mano allo Stato. Restano fuori le scuole paritarie non dell'infanzia. (ilGiornale.it)

Nel frattempo, la Lega ha anche presentato un disegno di legge per “l’istituzione di un fondo da 100 milioni per le scuole paritarie e la destinazione di una quota del 10Xmille al loro finanziamento”. L’ordine del giorno di Fdi approvato dal governo due settimane fa e accompagnato da una forte iniziativa politica ha aperto la strada”. (La Tecnica della Scuola)

Nel frattempo il Comune, andando incontro alle esigenze della Fondazione, ha provveduto – come da convenzione – al pagamento dei contributi fino al 21 febbraio e, da parte sua, la Diocesi di Cesena – Sarsina è corsa in sostegno delle scuole paritarie versando 50 euro a bambino iscritto. (CesenaToday)

Soldi per la maturità. Approvato dal Consiglio dei Ministri il cosiddetto “Decreto rilancio” con il quale si stanziano quasi un miliardo e mezzo di euro per le scuole. (Orizzonte Scuola)

Sì perché il rischio che le scuole paritarie falliscano è concreto: per loro non c’è lo Stato che assicura la copertura delle ingenti spese. La Legge che ha sancito l’appartenenza delle scuole paritarie al sistema nazionale di istruzione ha appena compiuto 20 anni. (In Terris)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr