Brunetta: tandem Italia-Francia nuova locomotiva d'Europa

Il Messaggero ECONOMIA

(Teleborsa) - "Il tandem Italia-Francia è la nuova locomotiva economica dell'Europa.

Lo ha detto il Ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, commentando i dati Istat sulla crescita del Pil nel terzo trimestre.

Oggi, infatti, l'Istat ha confermato la sua stima preliminare del PIL dello scorso 29 ottobre, relativa al terzo trimestre del 2021, al +2,6%.

Brunetta sottolinea come la strategia adottata dal Governo Draghi per prevenire la diffusione dei contagi abbia funzionato

In più, la crescita dell'economia italiana non si configura come un semplice rimbalzo, ma appare strutturale, solida e duratura. (Il Messaggero)

Su altre fonti

Nel documento, riportato da Rai News, è precisato come “il Pil nel 2021 potrebbe avere una crescita superiore al 6% e questo potrebbe portare ai livelli pre-Covid nel primo trimestre del prossimo anno. (News Mondo)

Secondo la lettura finale, il è aumentato del 2,6% rispetto al trimestre precedente (uguale alla stima precedente), mentre su base annua il tasso di crescita è stato del 3,9% dal 3,8% della prima lettura (+17,3% nel Q2). (Investing.com)

Le ragioni Nel terzo trimestre del 2021 il prodotto interno lordo, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato del 2,6% rispetto al trimestre precedente e del 3,9% nei confronti del terzo trimestre del 2020. (Corriere della Sera)

(Teleborsa) - Confindustria vede un PIL 2021 al 6,3-6,4%. Lato imprese, c'è un contesto ancora "in crescita", come conferma l'aumento degli investimenti e dell'occupazione (Il Messaggero)

Italia: PIL terzo trimestre in primo piano con i dati appena aggiornati sul Calendario Economico. Il Prodotto Interno Lordo su base annuale ha evidenziato una variazione del 3,9% e si è confrontato con la precedente di 17,3%. (Money.it)

Rispetto al trimestre precedente, tutti i principali aggregati della domanda interna sono in aumento, con un incremento del 2,2% dei consumi finali nazionali e dell'1,6% degli investimenti fissi lordi. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr