Telemarketing, il Garante della Privacy multa Fastweb per 4.5 milioni di euro

Telemarketing, il Garante della Privacy multa Fastweb per 4.5 milioni di euro
Consumatore.com ECONOMIA

Multa da 4,5 milioni di euro a Fastweb da parte del Garante della Privacy per misure inadeguate contro i call center abusivi che fanno telemarketing e per gli inefficaci sistemi di sicurezza.

Fastweb, dopo Eni gas e luce, Tim, Wind Tre, Iliad Italia e Vodafone, ha ricevuto una sanzione da 4.5 milioni di euro da parte e del Garante della Privacy dopo aver riscontrato irregolarità e inadeguatezze nel sistema di controllo degli abusivi del telemarketing. (Consumatore.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Altre criticità sono state rilevate dal Garante nell’attività promozionale svolta da Fastweb in collaborazione con altro soggetto per aver utilizzato elenchi clienti forniti da quest’ultimo senza consenso all’attività di marketing. (HamelinProg)

Altre criticità sono state rilevate dal Garante nell’attività promozionale svolta da Fastweb in partnership con un altro soggetto per aver usato liste di clienti fornite da quest’ultimo senza consenso all’attività di marketing. (Italia Oggi)

Il Garante della Privacy ha quindi ordinato a Fastweb di adeguare i trattamenti in materia di telemarketing, così da prevenire nuove violazioni e di irrobustire le misure di sicurezza per impedire accessi abusivi ai propri database. (TuttoAndroid.net)

Telemarketing: il Garante multa Fastweb per 4,5 milioni

La nota azienda di telecomunicazioni Fastweb ha ricevuto l’ingente sanzione in seguito alla violazione di alcune disposizioni basilari. LEGGI ANCHE > > > Sms e telefonate pubblicitarie indesiderate, difendersi è possibile. (ContoCorrenteOnline.it)

Maxi multa di oltre 4 milioni e 500mila euro dal Garante per la privacy a Fastweb "per aver trattato in modo illecito i dati personali di milioni di utenti a fini di telemarketing" . "Inadeguate - secondo il Garante - sono risultate anche le misure di sicurezza dei sistemi di gestione della clientela. (IL GIORNO)

La società, inoltre, dovrà irrobustire le misure di sicurezza per impedire accessi abusivi ai propri database Altre criticità sono state rilevate dal Garante nell'attività promozionale svolta da Fastweb in partnership con un altro soggetto per aver usato liste di clienti fornite da quest'ultimo senza consenso all'attività di marketing. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr