L'appello dei genitori di un ragazzo autistico: "Bocciate nostro figlio"

L'appello dei genitori di un ragazzo autistico: Bocciate nostro figlio
Today.it INTERNO

Ne è convinta la mamma che scrive alle istituzioni. I genitori chiedono che il figlio non sia ammesso agli esami di maturità e che venga bocciato.

Non sarebbe pronto perché, a causa della pandemia, non avrebbe raggiunto le competenze, le autonomie e gli obiettivi relazionali propedeutici per affrontare il post maturità.

Al contrario, sono convinti di fargli del bene perché il ragazzo è autistico e secondo loro, promuoverlo e fargli così affrontare quel passaggio di vita così turbolento e delicato sarebbe deleterio per lui. (Today.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Un periodo che ha avuto ripercussioni negative sia per le competenze acquisite, che soprattutto nelle «modalità di relazione», non completando il piano educativo personalizzato Loro, genitori di un ragazzo autistico di 19 anni ammesso all’esame di maturità, vogliono che loro figlio sia bocciato, poiché «la pandemia gli ha creato danni enormi», facendolo restare «solo in classe», quando invece, per il ragazzo, «la relazione coi compagni è il fulcro del suo sviluppo e della sua crescita personale». (Corriere Milano)

"Quando le norme non ci assistono - ha sottolineato Sasso - in attesa di cambiarle vanno messi in campo buon senso e cuore". Non entro nel merito della soluzione che verrà presa dalla scuola e dai docenti, ma la risposta delle istituzioni è stata commovente ed esemplare (IL GIORNO)

Ma la scuola rifiuta. Chiedono alla scuola di bocciare il figlio autistico per pemettergli di “cementare le competenze relazionali che stava acquisendo” e che sono state inevitabilmente interrotte dall’avvento della pandemia. (L'Unione Sarda.it)

Figlio autistico, genitori chiedono di bocciarlo [5966] | Dalla Brianza | notizie

Ci hanno risposto di no e se non si presenta agli esami, per legge verrà promosso comunque". Abbiamo chiesto alla scuola di bocciarlo, non ammetterlo agli esami di maturità, per permettergli di cementare le competenze relazionali che stava acquisendo. (La Repubblica)

E poi Stefano Belisari di ‘Elio e le storie tese’ di recente ha fatto un appello dichiarando che quello dell’autismo è un tema che non interessa a nessuno a meno che non si abbia una persona che ne soffre in famiglia (La Repubblica)

In questo anno sono potuti andare a scuola, ma da soli, perche' i loro compagni erano in dad Forse ritengono che A. abbia bisogno di un altro anno di scuola, visto che quello appena trascorso è stato segnato dal distacco dovuto alla pandemia. (Concorezzo.org)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr