AstraZeneca taglia ancora le dosi di vaccino all’Ue: “In arrivo 90 milioni invece di 180”

AstraZeneca taglia ancora le dosi di vaccino all’Ue: “In arrivo 90 milioni invece di 180”
Fanpage.it ECONOMIA

L'azienda sta perfezionando il proprio programma e consolidandolo sulla base di tutti i siti produttivi disponibili dentro e fuori dall'Europa

in foto: Il vaccino AstraZeneca. Nuova tegola sull'Unione europea nella lotta al Coronavirus: AstraZeneca nel secondo trimestre dell'anno, quindi a partire dalla fine marzo, potrebbe fornire ai 27 stati membri, Italia inclusa, meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid ordinate da Bruxelles (Fanpage.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il nuovo ritardo potrebbe mettere ulteriormente il bastone fra le ruote all'Unione Europea, che intendeva vaccinare il 70% degli adulti entro l'estate Il calo nella fornitura, che non era stato segnalato in precedenza, si aggiunge al forte calo delle consegne avvenuto nel primo trimestre. (RSI.ch Informazione)

“Vedrete che tra qualche mese con le evidenze scientifiche che si stano producendo, anche in Italia, come già in UK, sarà utilizzato per tutte le età e per tutte le condizioni – conclude – Troppi errori. (IVG.it)

Il vaccino di AstraZeneca può essere utilizzato anche tra coloro che hanno 56 e 65 anni (nati cioè nel 1959). Questo passaggio però non è stato preso in considerazione mentre montava la polemica delle Regioni che fin da subito hanno notato che non aveva senso escludere chi ha fino a 65 anni (La Repubblica)

Altri ritardi per AstraZeneca

Ciò significa accelerare il processo di autorizzazione dei vaccini, nonché la loro produzione e consegna. L'Ue fornirà l'assistenza necessaria, e ovviamente metterà mano al portafogli per eventuali nuovi investimenti, per aumentare la produzione o facilitare la riconversione (Rai News)

Il vaccino Astra Zeneca, a differenza di quello Pfizer, può essere agevolmente conservato, trasportato e utilizzato a temperature normali, tra 2 e 8 gradi centigradi, come avviene ad esempio per i vaccini antinfluenzali, per almeno 6 mesi. (Radio Gold)

cronaca. La doccia fredda mentre l'Unione europea prepara il vertice sui vaccini per decidere come affrontare proprio i ritardi delle consegne da parte di tutte le aziende che stanno mettendo in dura difficoltà tutti gli Stati membri (TG La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr