Selvaggia Lucarelli insultata dai tassisti: "Mi avete chiamata putt***"

Selvaggia Lucarelli insultata dai tassisti: Mi avete chiamata putt***
Donna Glamour SALUTE

La giornalista si è infatti schierata a favore del Ddl concorrenza e questo ha scatenato l’ira dei tassisti che hanno manifestato a Roma

Selvaggia Lucarelli è stata insultata da cori di tassisti che protestavano contro il Ddl concorrenza, durante un corteo a Roma.

La giornalista Selvaggia Lucarelli è stata insultata da cori di tassisti mentre presenziavano a un corteo nel centro di Roma.

Il motivo della protesta è il Ddl concorrenza che prevede la regolamentazione dei servizi tipo Uber e una rimodulazione dei servizi quali taxi ecc. (Donna Glamour)

Su altre fonti

Ed è tutto vero, tranne la parte in cui si sostiene che lavora e insegna ad Anzio. Selvaggia Lucarelli, l’opinionista spesso in polemica con i personaggi del mondo dello spettacolo, è stata aggredita a Roma da un no vax. (Il Clandestino Giornale)

«Sul suo profilo Twitter da un milione di follower Selvaggia Lucarelli denuncia un'aggressione subita mentre filmava la manifestazione no-green pass di Roma, cui hanno preso parte 4.000 persone . «Ieri sono andata al Circo Massimo per la manifestazione no-vax con cappello, occhiali, mascherina – racconta – Nessuno sapeva chi fossi. (La Nuova Sardegna)

Voglio fargli provare per ventiquattrore ciò che si prova Il motivo vi sorprenderà. Selvaggia Lucarelli, ha spiegato chiaramente durante una lunga intervista rilasciata a Francesca Fialdini nel suo programma Da noi a ruota libera, la motivazione che l’ha spinta a rivelare sui social l’identità dell’aggressore no vax, asserendo tra l’altro che: “Pubblico i loro nomi e loro messaggi perché costoro sono persone scollegate dalla realtà. (Yeslife)

Un rischio da non correre

Il video integrale di Selvaggia Lucarelli: https://fb.watch/9s_pWZWaQq/. “Ho visto che mi metteva il telefono davanti, volevo levarle il telefonino, volevo dare una manata e invece ho dato una capocciona. (https://vocedipopolo.it)

La Gym Palace siamo tutti noi. Le scuse di Di Blasio: "Vorrei scusarmi con Lucarelli". "Se l’avessi riconosciuta me ne sarei andato, perché non accetto provocazioni (Fanpage)

Me lo sono chiesto dopo l'ennesimo pestaggio di una giornalista (Selvaggia Lucarelli: solidarietà a lei) aggredita da un energumeno in una piazza No Vax C'è chi rischia la pelle per fare il reporter su un fronte di guerra. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr