Panucci alla Gazzetta: "Juve in Champions, il Milan se la giocherà con Atalanta e Napoli"

Panucci alla Gazzetta: Juve in Champions, il Milan se la giocherà con Atalanta e Napoli
Tutto Napoli SPORT

Uno scudetto praticamente vinto con tanto anticipo non me l’aspettavo, il che non significa che non sia giusto: l’Inter se l’è guadagnato piano piano, facendo molto bene.

E’ dipeso tutto dalla Juve, che è andata sotto le aspettative: ha spento una corsa e ha acceso l’altra.

La Juve è la squadra più forte, ma non ha mai dato l’impressione di poter vincere il campionato"

Pioli se la gioca con Atalanta e Napoli, che però adesso corrono. (Tutto Napoli)

La notizia riportata su altri giornali

È stata una lotta scudetto. meno lotta del previsto o una volata Champions. (fcinter1908)

Uno scudetto praticamente vinto con tanto anticipo non me l’aspettavo, il che non significa che non sia giusto: l’Inter se l’è guadagnato piano piano, facendo molto bene . Con l’Inter ormai ad un passo dallo Scudetto, i riflettori finiscono inevitabilmente sulla corsa verso il tabellone principale della coppa dalle grandi orecchie. (Virgilio Sport)

E’ dipeso tutto dalla Juve, che è andata sotto le aspettative: ha spento una corsa e ha acceso l’altra". Pioli se la gioca con Atalanta e Napoli, che però adesso corrono. (AreaNapoli.it)

Per la Juve la Champions può arrivare anche grazie alla differenza reti

Uno scudetto praticamente vinto con tanto anticipo non me l’aspettavo, il che non significa che non sia giusto: l’Inter se l’è guadagnato piano piano, facendo molto bene”. SULLA STAGIONE DELLA JUVE – “La Juventus ha fatto male: numeri alla mano bisogna dirlo, se si è onesti intellettualmente. (ilBianconero)

La Juve è la squadra più forte, ma non ha mai dato l’impressione di poter vincere il campionato" Uno scudetto praticamente vinto con tanto anticipo non me l’aspettavo, il che non significa che non sia giusto: l’Inter se l’è guadagnato piano piano, facendo molto bene. (Tutto Juve)

La vittoria del titolo di capocannoniere in Serie A sarebbe bello per lui (che non lo ha mai vinto) e tanto utile alla squadra: mai come quest’anno la differenza reti potrebbe essere così decisiva Il portoghese non fa registrare un digiuno così lungo (di quattro gare) dal novembre del 2017, la sua ultima stagione al Real Madrid. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr