Vibo, la protesta dei commercianti e dei ristoratori: "Pronti a riaprire"

Vibo, la protesta dei commercianti e dei ristoratori: Pronti a riaprire
Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo INTERNO

Nei giorni scorsi avevano già comunicato la volontà di riaprire e stamattina si sono ritrovati su Corso Vittorio Emanuele (ve lo abbiamo raccontato in diretta sulla nostra pagina Facebook)

La Calabria continua ad essere in zona rossa e lo sarà almeno fino al 21 aprile.

Sostenuti da due avvocati vibonesi, Sidney Arena e Lino Matera, i commercianti vibonesi hanno creato un gruppo sui social denominato "Zona Bianca". (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

La notizia riportata su altri media

Altre ancora che arrivano a bloccare, in Campania, il tratto di autostrada A1 Milano-Napoli all’altezza di Marcianise, in provincia di Caserta. Ma le proteste hanno di fatto costellato tutta la penisola fotografando il disagio sociale da nord a sud (LaPresse)

Carica di alleggerimento da parte della polizia, mentre i manifestanti accendevano anche alcuni fumogeni Molti dimostranti senza mascherina. (LaPresse) Tensioni alla manifestazione dei ristoratori davanti a Montecitorio: alcuni manifestanti hanno lanciato oggetti e spostato le transenne che li dividevano dalla polizia, che era in assetto antisommossa. (LaPresse)

Sono stati lanciati alcuni oggetti. I manifestanti, molti senza mascherina, sono stati trattenuti dai poliziotti in tenuta anti-sommossa. (LaPresse)

Vibo, come un kamikaze per vendicare il padre

“Domani dalle 10 alle 18 proseguiranno le vaccinazioni presso il Palazzetto dello Sport "PalaPace" di Vibo Valentia. E non sono mancati i "furbetti" e coloro i quali anche non avendo compiuto i 60 anni, limite minimo, hanno provato a "imbucarsi" (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

E' una vergogna" "Una disorganizzazione 'organizzata' - ha detto una delle persone presenti - anche perché non sono stati forniti numeri progressivi d'ingresso, non vi sono transenne né un corridoio per impedire assembramenti. (Il Lametino)

E lo avrebbe fatto anche imbottendosi di esplosivo e trasformandosi in un kamikaze. Soprattutto quando è la sete di vendetta a covare nella mente e nell’animo. (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr