Immunità al Vaticano: "Non si può denunciare per gli abusi sessuali"

Immunità al Vaticano: Non si può denunciare per gli abusi sessuali
Approfondimenti:
ilGiornale.it ESTERI

È evidente che non può esserci alcuna sanzione contro i religiosi o chiunque altro sia a conoscenza di abusi sessuali contro bambini ma bisogna riferire i fatti alla giustizia del nostro Paese».

Ma la Corte europea ha confermato le precedenti decisioni, chiudendo la vicenda.

Proprio ieri il Papa ha nominato a Colonia, in Germania, un amministratore apostolico in seguito alla pubblicazione di un documento che ha scoperchiato casi di abusi sessuali, avvenuti tra il 1975 e il 2018

La Corte europea, che ieri si è espressa per la prima volta, ha richiamato i «principi di diritto internazionale» invocando «l'immunità» della Santa Sede e confermando quanto già stabilito dai tribunali belgi. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altri media

L’immunità giurisdizionale della Santa Sede. leggi anche. Cedu: Russia responsabile assassinio spia Litvinenko del 2006 in Uk. Gli stessi tribunali avevano da subito respinto i ricorrenti di nazionalità belga, francese e olandese, invocando l'immunità giurisdizionale della Santa Sede in quanto ente sovrano straniero. (Sky Tg24 )

Si sono rivolti alla Corte europea dopo che i tribunali belgi hanno stabilito che non avevano giurisdizione data l'immunità della Santa Sede come stato sovrano. Estrapolando dalle informazioni dell'indagine francese, l'Olanda, che ha una popolazione cattolica di 4 milioni, ha probabilmente 50. (Il Messaggero)

Secondo la Corte Europea il Vaticano non può essere denunciato per pedofilia perché gode dell'immunità sovrana. Pedofilia, perché secondo la Corte Europea il Vaticano non può essere denunciato? (Notizie.it )

Preti pedofili: la Corte Europea "salva" il Vaticano dal giudizio

Strasburgo Pedofilia, Corte europea nega il diritto di denunciare il Vaticano La Cedu ha invocato in particolare "l'immunità" della Santa Sede riconosciuta dai "principi di diritto internazionale". Condividi. (Rai News)

I ricorrenti, di nazionalità belga, francese e olandese, erano stati respinti dai tribunali belgi, che avevano invocato l’immunità giurisdizionale della Santa Sede. La Corte, che si esprime per la prima volta su questo tema, si è pronunciata a favore dei tribunali belgi (L'HuffPost)

La sentenza della Corte Europea sui casi di preti pedofili in Belgio afferma che “il Vaticano non può essere denunciato per le responsabilità dei singoli preti pedofili”. La Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) ha stabilito martedì 12 ottobre che il Vaticano non può essere citato in giudizio nei tribunali europei perché è uno stato sovrano. (Ck12 Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr