Assegno unico 2021 verso il rinvio? Tempi più lunghi per Riforma Fisco

Assegno unico 2021 verso il rinvio? Tempi più lunghi per Riforma Fisco
The Italian Times INTERNO

Anche se il condizionale è d'obbligo: al momento nessuno dei senatori sa quale sarà il destino del provvedimento.

Secondo Marattin non ci dovrebbero essere slittamenti per l’assegno unico per i figli a carico 2021 nonostante il ddl sia fermo da mesi al Senato in attesa del via libera, dopo il parere positivo della Camera arrivato la scorsa estate.

La legge di Bilancio 2021 ha già stanziato 3 miliardi di euro per finanziare i primi sei mesi del nuovo assegno per l’anno 2021, la cui entrata in vigore è prevista per il 1° luglio

Sulla Riforma del sistema fiscale sappiamo per certo che l’ex governatore della Bce non intende prendere in considerazione la flat tax proposta dal centrodestra. (The Italian Times)

Su altri giornali

Infatti, la proposta si presenta con una riforma fiscale che non riforma, con prelievo IRPEF in 12 rate mensili più acconto e saldo. Riforma fiscale che non riforma: prelievo IRPEF in 12 rate mensili più acconto e saldo. (Proiezioni di Borsa)

Una riforma che necessariamente dev'essere organica e completa e che devc'essere orchestrata grazie all'apposto di esperti del settore. Draghi, obiettivo riforma fiscale di Marco lo Conte 22 febbraio 2021. (Il Sole 24 ORE)

Nella situazione italiana, qualunque riforma fiscale dovrà rispettare un obiettivo prioritario e un vincolo essenziale. Se accettiamo il principio che la riforma non si possa fare in disavanzo, occorre rimodulare al rialzo il resto dell’imposizione fiscale. (La Stampa)

Draghi, Giavazzi, le tasse e la Danimarca: come il premier può trovare i soldi per il taglio dell'Irpef

È probabile che il nuovo Governo punti a un approccio globale per la riforma fiscale. Orientando le proprie scelte in base ai due obiettivi di «progressività» e «riduzione della pressione fiscale» indicati dal premier Draghi (Il Sole 24 ORE)

Si sta concretizzando l’idea di una nuova proposta di riforma fiscale che tutto sembra fuorché una “riforma”. In questo modo, sostanzialmente, il contribuente pagherà, mese per mese, una rata a tasso zero comprensiva:. (InvestireOggi.it)

Infine, le alternative residue riguardano un aumento delle tasse di successione e una qualche forma di imposta patrimoniale. Ma in Italia il taglio dell'Irpef è un problema perché bisogna trovare i soldi per finanziarlo. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr