Covid, in Inghilterra e Galles record di morti nefgl ultimi 102 anni

Per saperne di più:
La Stampa ESTERI

Nel 2020, Inghilterra e Galles hanno registrato 75.925 morti in più rispetto alla media degli ultimi cinque anni, vale a dire 208 vittime aggiuntive al giorno.

Nel 1918 la popolazione delle due regioni della Gran Bretagna toccava appena i 34 milioni, oggi tocca i 60.

L’ultima volta che il numero di morti ha superato la soglia di uno ogni 100 abitanti è stata il 2003, anno al quale sono seguiti 17 anni di riduzione delle vittime, fino all’esplodere del Covid. (La Stampa)

Su altri media

Molti pazienti, le cui condizioni non destano particolari preoccupazioni, potrebbero essere dimessi in anticipo per essere trasferiti in albergo o a casa nell'ottica di liberare preziosi posti letto. A confermarlo il Ministero della Salute, aggiungendo che i nuovi contagiati sono 47.525 su un totale di 584.760 test effettuati. (Fanpage.it)

Il coronavirus corre in Usa e Regno Unito: record di vittime. Un morto ogni sei minuti nella contea di Los Angeles. Roma, 14 gen. (askanews) – Corre il coronavirus nel mondo con numeri preoccupanti e in continua crescita, soprattutto negli Stati Uniti che hanno superato i 38mila decessi per Covid-19 nelle prime due settimane dell’anno 2021. (askanews)

E a dirlo sono i numeri: oltre 1.500 morti per Covid nelle ultime 24 ore. La situazione si fa sempre più preoccupante nel Regno Unito. (Open)

Regno Unito, seconda dose rinviata: infermiere positivo al coronavirus dopo il vaccino

Flower Burger ha 14 punti vendita in Italia e Francia e sta cercando di espandere con un prodotto vegano ma anche molto colorato ideale per Instagram. Apre il 21 gennaio ma ovviamente visto il lockdown dovrà solo fare cibo da asporto ma dovrebbe aprire completamente questa primavera. (LondraNews)

Il premier alla Camera dei Comuni parla della pandemia. (LaPresse) – Il premier britannico Boris Johnson è intervenuto alla Camera dei Comuni per fare il punto sulla pandemia nel Regno Unito. Sul fronte vaccini il primo ministro ha detto che “saranno somministrati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, non appena possibile”. (LaPresse.it)

Coronavirus in Regno Unito, Johnson annuncia il terzo lockdown: "State a casa". Anche all'Ema non sono convinti della decisione britannica di non richiamare i vaccinati per la seconda dose dopo 3-4 settimane, come era inizialmente previsto. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr