MotoGP, Ducati senza un leader vero in pista? Bagnaia e Miller battuti dai piloti Pramac a Losail

MotoGP, Ducati senza un leader vero in pista? Bagnaia e Miller battuti dai piloti Pramac a Losail
Per saperne di più:
OA Sport SPORT

In questo contesto, colpisce un’altra evidenza: i piloti della Ducati Pramac più convincenti di quelli ufficiali, pur disponendo di una GP20.

La Rossa puntava a dominare nelle prime due uscite per mettere insieme un tesoretto di punti prima di andare su tracciati che tradizionalmente sono ostici

Prime due gare a Losail (Qatar) per il Mondiale 2021 di MotoGP e doppio successo della Yamaha.

E’ chiaro che da parte di Bagnaia e di Jack Miller c’è qualcosa da cambiare perché la velocità dimostrata non è stata all’altezza delle aspettative relativamente agli obiettivi fissati. (OA Sport)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Un binomio che sembra destinato a stupire con la Desmosedici GP21 A giudicare dal doppio Gran Premio di MotoGP a Losail sono due le coppie rivelazione di questa stagione 2021. (Corse di Moto)

Eppure a completare il podio troviamo ben due Ducati, anche se non le ufficiali. Nel Gran Premio di Doha ci si aspettava una risposta da Ducati dopo il trionfo Yamaha, ma Fabio Quartararo ha conquistato la seconda vittoria in due gare. (Motorsport.com Italia)

Se riuscirà a vincere sarebbe ovviamente bellissimo, ma il ritmo di gara è tutto un’altra cosa rispetto al time attack“. Zarco sa bene di avere moltissime chance di giocarsi un buon piazzamento e anche di poter mirare all’obiettivo grosso dopo l’esperienza accumulata nel Gran Premio inaugurale della scorsa settimana. (FormulaPassion.it)

MotoGP, la top speed non basta: Fabio Quartararo a -10 km/h da Ducati

Due alternative che non facevano brillare gli occhi dell’orgoglioso pilota francese. Il punto è che Zarco di passare in un team privato abituato alle posizioni di rincalzo non ha alcuna intenzione (La Gazzetta dello Sport)

Zarco e Martin, tra presente e futuro. approfondimento. Oltre al talento, li accomuna il fatto di guidare per il team Pramac Ducati , che ormai da diverse stagioni alleva giovani piloti da consegnare alla squadra ufficiale della Rossa, come successo quest’anno con Pecco Bagnaia e Jack Miller . (Sky Sport)

Il francese della Yamaha factory ha toccato 346,1 km/h, ben 10 km/h più lento della Ducati di Zarco! Ma alla fine a spuntarla sono state le Yamaha M1 di Maverick Vinales e Fabio Quartararo. (Corse di Moto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr