Studenti, “Vogliamo studiare una storia più vicina a noi”. Lettera

Studenti, “Vogliamo studiare una storia più vicina a noi”. Lettera
Orizzonte Scuola INTERNO

Studenti, “Vogliamo studiare una storia più vicina a noi”.

Lettera Di. Inviata da Graziana Iemmolo e firmata da alcuni studenti – Gentile Ministro dell’Istruzione, a scriverLe sono gli studenti della classe quarta dell’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” dell’IIS “Archimede” di Modica, in provincia di Ragusa.

Certi dell’attenzione che presterà alle nostre richieste e con la speranza di avere una Sua risposta, cogliamo l’occasione per porgerLe cordiali saluti

La nostra proposta è che al primo. (Orizzonte Scuola)

Ne parlano anche altre fonti

Dobbiamo legare di più i diversi cicli di scuola per rendere i ragazzi consapevoli delle proprie scelte. Se avessi la linea delle persone, questa linea rappresenterebbe l’asse portante di ogni ragionamento sulla scuola. (Tecnica della Scuola)

Abbiamo bisogno di prof per avere classi più piccole e aumentare il tempo a scuola. "Il ministero così come è oggi, non è più in grado di organizzare la specificità e la complessità dei compiti. (Adnkronos)

La riflessione sulle linee programmatiche del suo dicastero ha messo al centro le competenze e le persone, all’interno di una questione del tempo scuola che va ripensata, sostiene il Ministro. L’asse delle persone e del personale; ma anche l’asse degli studenti e quindi il diritto allo studio in tutte le sue forme. (La Tecnica della Scuola)

Piano scuola estate, 24mila euro per ogni istituto. Il Pon sarà attivato da settembre. Lo rivela Giannelli (ANP)

«Ma servirà anche aumentare il tempo scuola - ha proseguito - dobbiamo uscire dalla meccanica lineare tot docenti-tot studenti. Nei prossimi 10 anni avremo 1 milione e 400 mila ragazzi in meno, avremmo quindi dovuto avere tanti insegnanti in meno. (La Stampa)

In rapporto alla diminuzione degli studenti, il ministro ritiene invece che in futuro ci debbano essere sempre più insegnanti. E poi ci deve essere, nel ministero, una struttura in grado di supportarli: un dipartimento per la formazione professionale e tecnica”. (L'HuffPost)

Lo spiega all’Adnkronos il presidente dell’Anp, Antonello Giannelli che precisa: “Ma il Pon sarà attivabile a settembre, dunque non da subito”. Il Pon non sarà dunque attivabile per chi ha presentato progetti prima di settembre”, rimarca Giannelli. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr