Toscana. Vaccini over 65, il 5 maggio agende aperte per prenotare Johnson&Johnson

Toscana. Vaccini over 65, il 5 maggio agende aperte per prenotare Johnson&Johnson
amiatanews.it ECONOMIA

La informiamo che ha, altresì, diritto di proporre reclamo dinanzi all’Autorità di Controllo, che in Italia è il Garante per la Protezione dei Dati Personali.

Chiudi questa finestra e acconsenti ai cookie su questo sito Acconsento. Dati personali. Privacy e cookie. Informativa ai sensi dell’art.

Modalità del trattamento. Il trattamento dei dati personali avverrà nel pieno rispetto dei principi di riservatezza, correttezza, necessità, pertinenza, liceità e trasparenza imposti dal GDPR. (amiatanews.it)

La notizia riportata su altri media

La base sono gli studi più recenti effettuati in Gran Bretagna, dove sono state somministrate 21 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca con un numero infinitesimale di effetti collaterali. 3 ' di lettura. (The Wam)

Come prevedibile le prime dosi di vaccino Johnson & Johnson sono finite in pochi minuti: 23 ne sono serviti per 9.600 dosi per i vaccini ai 65-69enni. Vi invito a riprovare senza intasare il portale, ci sono ancora dosi disponibili", ha scritto. (gonews)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati Sia chiaro: l’agenzia europea del farmaco né per AstraZeneca né per J&J ha mai disposto un limite di età, ma ha semplicemente detto che i rarissimi casi di trombosi che possono essere collegati alla. (ilmattino.it)

Vaccini anti-Covid, dopo AstraZeneca la Danimarca blocca Johnson & Johnson

Ricordiamo che i 4 vaccini rientrano in due categorie: vaccini a Rna messaggero (Pfizer e Moderna), vaccini a vettore virale (AstraZeneca e Johnson & Johnson). Roma, 4 maggio 2021 - Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson: sono questi i 4 vaccini sui quali si basa la campagna vaccinale anti Covid in Italia (qui la dashboard dei vaccinati in Italia in tempo reale). (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La commissione tecnica del governo canadese ha raccomandato il vaccino Johnson & Johnson per le persone sopra i 30 anni. La reattogenicità (reazione alla vaccinazione) è stata maggiore con il vaccino Johnson & Johnson contro il COVID-19 rispetto al placebo, ma le reazioni sono state generalmente da lievi a moderate e transitorie. (Quotidiano.net)

Alla base del provvedimento ci sarebbero le preoccupazioni per dei gravi effetti collaterali legati alla formazione di coaguli di sangue. Quello che è mancato sui vaccini è stata un’informazione scientifica univoca e seria (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr