Giornata contro la violenza sulle donne: perché si celebra il 25 novembre?

Giornata contro la violenza sulle donne: perché si celebra il 25 novembre?
Tuttosport INTERNO

A decidere la data del 25 novembre fu un gruppo di femministe latinoamericane, in uno storico incontro nel 1981 Bogotà (Colombia)

Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione delle violenza sulle donne .

Si celebra il 25 novembre: perché?

La ricorrenza si celebra in tutto il mondo il 25 novembre di ogni anno in memoria delle sorelle Mirabal, due attiviste dominicane massacrate per ordine del dittatore Rafael Leónidas Trujillo (Tuttosport)

Su altri giornali

Sono le parole del sindaco Alan Fabbri in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La violenza contro le donne, ha specificato, "attraversa ogni ambito della vita pubblica e privata, dal lavoro alla famiglia. (Il Resto del Carlino)

Da inizio anno 109 donne, di tutte le età, sono state uccise in Italia. La ministra per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, assicura che il Governo «è in prima linea» contro questo «aberrante fenomeno». (Corriere della Sera)

Negli anni precedenti i dati erano più confortanti. «Ciascuno per le proprie competenze, forze dell’ordine, magistratura, avvocatura, politica, cittadini, dobbiamo vigilare impegnandoci nell’agire quotidiano a contribuire a sanare questa piaga», ha concluso l’avvocato Miranda (Centropagina)

Giornata contro la violenza sulle donne: con la pandemia aumentati femminicidi e violenze in Italia

La storia delle sorelle Mirabal è raccontata da Julia Alvarez nel libro “Il tempo delle farfalle“. Le sorelle Mirabal. Aida Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa Mirabal e Bélgica Adela Mirabal-Reyes nacquero a Ojo de Agua provincia di Salcedo nella Repubblica Dominicana da una famiglia benestante. (Libreriamo)

Sembra davvero il bla bla bla sull’ambiente che Greta Thunberg ha rispedito al mittente auspicando impegni concreti e radicali. La politica sceglie invece sempre la solita tiritera populista di annunciare nuove norme, nuove leggi, nuovi reati. (Il Riformista)

Come è stato sintetizzato nel documento, quindi, la casa costituisce un rifugio sicuro per gli uomini, ma non per le donne. Per questa ragione diventa sempre più importante tenere alta e costante l’attenzione sul’argomento ogni giorno, oltre che in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (Money.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr