Covid, il report ISS: «Nuovi contagi diffusi soprattutto tra gli under 30»

Covid, il report ISS: «Nuovi contagi diffusi soprattutto tra gli under 30»
MolfettaViva SALUTE

Il nuovo report dipinge un quadro epidemiologico in lieve peggioramento ma ancora sotto controllo, con 19 Regioni a rischio moderato e due (Provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta) a rischio basso.

Il tasso di occupazione più alto nei reparti ordinari, invece, è della Calabria: 5,5%, seguita da Campania (5,1%) e Sicilia (4,6%).La circolazione della variante Delta in Italia, riporta inoltre l'Iss, è in crescita e sta portando a un aumento dei contagi anche in Paesi ad alta copertura vaccinale, pertanto "è opportuno realizzare un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi". (MolfettaViva)

Se ne è parlato anche su altri media

Infine, l’efficacia nel prevenire il decesso è pari a 79,0% con ciclo incompleto e a 95,8% con ciclo completo. L’efficacia nel prevenire l’ospedalizzazione, sale all’80,8% con ciclo incompleto e al 94,6% con ciclo completo. (ivl24)

"Questa è una fase" della campagna vaccinale "in cui stiamo completando il ciclo vaccinale, un passaggio estremamente positivo perché sappiamo che con la variante Delta i vaccini sono efficaci soprattutto con la seconda dose. (Adnkronos)

Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio regionale Covid della Cabina di regia, rispondendo a una domanda sul Green pass. (Adnkronos)

Per l’Iss la vaccinazione completa copre dall’infezione nell’88% dei casi e dal decesso nel 95,8%

Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 1.271 del 6 luglio a 1.128 del 13 luglio. In Italia risulta in aumento, come in altri Paesi, anche la circolazione della variante Delta. (Salernonotizie.it)

In Italia i nuovi casi di Covid nell’ultima settimana sono aumentati, ma nella maggior parte dei casi si tratta di persone non vaccinate o vaccinate solo con una dose. (L'Occhio)

Infine, l’efficacia nel prevenire il decesso è pari a 79,0% (IC95%: 77,4-80,6%) con ciclo incompleto e a 95,8% con ciclo completo (IC95%: 95,3%- 96,3%)" Inoltre, è stato osservato che la vaccinazione completa con uno dei quattro vaccini approvati dall’Ema copre dall’infezione nell’88% dei casi, dal ricovero in ospedale nel 94,6%, in terapia intensiva nel 97,3% e dal decesso nel 95,8%. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr