Maxisequestro di pomodoro dall’Egitto: contaminato dai pesticidi

Maxisequestro di pomodoro dall’Egitto: contaminato dai pesticidi
Approfondimenti:
Il Sole 24 ORE INTERNO

2' di lettura. La Procura di Nocera Inferiore e i Carabinieri per la Tutela agroalimentare hanno sequestrato d’urgenza 821 tonnellate di pomodoro semilavorato, del valore di circa un milione di euro, ritenuto contaminato da pesticidi.

I livelli dei composti chimici rilevati nel pomodoro erano tali da far ritenere agli inquirenti concreto il rischio di nocività per la salute umana.

«Il sequestro di concentrato di pomodoro proveniente dall'Egitto conferma l'allarme per l'importazione di cibi di bassa qualità, con il rischio che vengano spacciati come made in Italy», scrive la Coldiretti in una nota. (Il Sole 24 ORE)

Su altri giornali

Il semilavorato di pomodoro era conservato in fusti da 250 chili in attesa di essere lavorato e confezionato in barattoli e tubetti - fa sapere Coldiretti - per essere venduto sugli scaffali come doppio o triplo concentrato di pomodoro. (IL GIORNO)

Per i prodotti DOP è previsto che tutto il processo produttivo avvenga nell’area delimitata dal disciplinare di produzione, trasformazione e confezionamento inclusi”, afferma Pietro Piccioni, delegato confederale di Coldiretti Foggia. (LecceSette)

La merce, del valore di un milione di euro, era stoccata in migliaia di fusti metallici contenenti ognuno mediamente 250 kg di pomodori ed era in attesa di essere lavorata e confezionata, solitamente in barattoli e tubetti di diversi formati, come doppio o triplo concentrato. (Corriere Ortofrutticolo)

Pomodoro con pesticidi, 821 tonnellate sequestrate e arresti: "Gravi rischi per la salute", il prodotto da evitare

I pomodori provenienti dall’Egitto venivano lavorati in un’azienda dell’Agro-Nocerino-Sarnese, leader nel settore conserviero: i due fratelli titolari dell’impresa sono stati denunciati sia per frode in commercio che per il commercio di sostanze alimentari nocive (Corriere del Mezzogiorno)

L’operazione “Scarlatto Due” segue la precedente, effettuata in Toscana, che ha portato al sequestro di tonnellate di pomodoro all’azienda Petti Sequestrate oltre 800 tonnellate di pomodori contaminati da pesticidi. (Yahoo Notizie)

Il semilavorato sequestrato, infatti, rappresentava solo la parte residua di una partita più grande, già lavorata e commercializzata in Paesi UE ed extra UE. Nella giornata di mercoledì 9 giugno sono state sequestrate 821 tonnellate di semilavorato di pomodoro, per un valore di un milione di euro. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr