Tennis, sfuma in finale il sogno di Jannik Sinner: a Miami vince il polacco Hurkacz

Tennis, sfuma in finale il sogno di Jannik Sinner: a Miami vince il polacco Hurkacz
Open SPORT

Per il tennista azzurro resta comunque l’inizio di stagione da urlo che gli è valso – sulla scia della finale di Miami – un nuovo balzo in avanti nella classifica mondiale

Jannik Sinner si ferma a un passo dal suo primo trofeo Master 1000.

Il 19enne ha però prima ceduto a zero il servizio decisivo, e poi il tie-break.

Sinner è partito male nel primo set, cedendo subito il servizio, ma risalendo la corrente con il passare dei minuti e portandosi avanti 6-5 e servizio, con la possibilità dunque di chiudere il parziale. (Open)

Su altre fonti

L'azzurro Jannik Sinner sfiderà il polacco Hubert Hurkacz , che ha vinto in semifinale contro il russo Sergej Rublev con un secco 6-4 6-3. (Tuttosport)

Non esistono precedenti fra Sinner e Hurkacz. Jannik Sinner, classe 2001, è originario della Val Pusteria: è il più giovane italiano ad aver vinto un torneo Atp, l’Open di Sofia nel 2020 a 19 anni e 2 mesi (Corriere della Sera)

Malgrado la sconfitta, Sinner si gode, comunque, la soddisfazione di salire, da lunedì, al n. 22 del mondo Jannik Sinner non riesce a imitare Fognini che il 21 aprile del 2019 si era imposto a Montecarlo diventando il primo italiano a vincere un Masters 1000. (la Repubblica)

Atp Miami, il polacco Hurkacz batte in finale Sinner

E' finito il sogno di Jannik Sinner. «E' bellissimo è incredibile, sono felicissimo, nel secondo set mi ha rimontato e il game del 5-3 è stato importantissimo. (La Stampa)

Dalla Pasqua di passione sportiva ci si aspettava dal giovane talento la sorpresa più bella, svanita sotto il sole di Miami in appena un'ora e 46 minuti: il polacco 24enne a cui piaceva il basket ma che è stato folgorato dal mito di Federer, si è imposto per 7-6 (4) 6-4 balzando così da domani al 16° posto nel ranking Atp. (Rai News)

Sul 4-0 il polacco manca due palle per il 5-0 e si ritrova Sinner che recupera uno dei due break. Sinner invece fatica da subito: due errori dal fondo e un doppio fallo regalano al polacco due palle break. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr