Inchiesta finte vaccinazioni ad Ancona, l’infermiere: “Io anello della catena”

Inchiesta finte vaccinazioni ad Ancona, l’infermiere: “Io anello della catena”
Livesicilia.it INTERNO

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!

In seguito, sempre secondo la difesa, ha “avuto un black-out”.

Palermo, ‘finti vaccini Covid’: l’infermiera confessa e fa i nomi. L’infermiere, che si trova in carcere ad Ancona, questa mattina affiancato dalla propria legale, avv.

A dimostrare le finte vaccinazioni ci sono i filmati del servizio di videosorveglianza nei box. (Livesicilia.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Stamattina, in carcere ad Ancona, affiancato dalla propria legale, avvocato Marta Balestra, ha deciso di rispondere alle domande del gip Carlo Masini. (Picchio News)

Vaccini bluff, l’infermiere confessa. «Sono pentito, ho ricevuto pressioni. Gli organizzatori sono altri». MAXI INCHIESTA - Emanuele Luchetti nel corso dell'interrogatorio di garanzia ha detto di essere solo un anello della catena. (Cronache Maceratesi)

Le quattro persone finite ai domiciliari sono accusate di aver fatto in questo senso da “collettori di richieste“ Ai domiciliari quattro persone ritenute intermediari nel rilascio indebito della certificazione, mentre agli altri 45 indagati sono stati imposti gli obblighi di firma e di dimora nei rispettivi comuni di residenza. (ilsipontino.net)

Il falsario dei vaccini si sentiva alle strette: «Vivo male, mi sono arrivate pressioni ai fianchi: troviamo u

In seguito, sempre secondo la difesa, ha “avuto un black-out” “Persino i suoi colleghi di lavoro”, aggiunge l’avv. (Metropolis)

Per dimostrare la tesi difensiva di essere «solo un anello» di una catena più ampia, l’avvocato Balestra ha spiegato ai giornalisti che «è dimostrato che quando poi un medico» «si è reso fintamente disponibile, gli episodi hanno subito un incremento, in quanto Lucchetti si è sentito appoggiato» (Centropagina)

Vaccini falsi, l'infermiere infedele si difende: «Ho ceduto alle pressioni: sono solo l'anello di una catena, ma me ne pento». Sono gli stralci del dialogo avvenuto all’interno dell’hub del Paolinelli tra l’infermiere Emanuele Luchetti e il medico odontoiatra Carlo Miglietta. (corriereadriatico.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr