Recovery Plan, l’obiettivo di Draghi è avere Comuni e Regioni più competitivi

Il Riformista INTERNO

Pur non potendo che apprezzare questa logica non possiamo non vederne i rischi a essa collegati.

Soprattutto per le aree meno sviluppate si è molto parlato delle risorse destinate al Mezzogiorno, discutendo sulla soglia raggiunta, il famoso 40% annunciato nel piano.

Regioni meridionali (Puglia a parte), ma in linea con un andamento abbastanza chiaro rispetto all’attuazione dei programmi regionali in questo ciclo di programmazione. (Il Riformista)

Ne parlano anche altri giornali

Il Covid-19 picchia ancora duramente e la campagna vaccinale è molto indietro rispetto agli Stati Uniti. L’Amministrazione Biden ha varato un piano anti-pandemia da 1.900 miliardi di dollari e ha mobilitato 4 mila miliardi di dollari (con 2 mila miliardi di investimenti in particolare nelle infrastrutture) di qui ai prossimi anni (Il Sussidiario.net)

Peraltro, Draghi ha già scelto il suo aiuto regista, colui che, direbbe Henry Kissinger, risponde sempre al telefono se qualcuno lo chiama. Fossimo al posto del presidente del Consiglio, Mario Draghi, assumeremmo in prima persona la regia delle politiche per il Sud. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza da 248 miliardi è pronto. La Commissione infatti ha otto settimane per presentare al Consiglio i piani ricevuti per l’approvazione e il Consiglio ha a sua volta quattro settimane per l’approvazione con maggioranza qualificata. (La Gazzetta di Modena)

No, caro Bettini, non cerchi più di sottrarsi all’onda di ridicolo da cui sembrava minacciato con quella storia del complotto contro il suo amico Conte. E’ in corso una sottile campagna per delegittimare il Governo Draghi. (Policymakermag)

Mezzo miliardo di transazioni con strumenti digitali registrate da 8,5 milioni di italiani attivi sul cashback: un nuovo traguardo superato. | Read More | Punto Informatico. - Advertisement - (HelpMeTech)

Il Piano sono io», titolava il «Manifesto», nel riferire il discorso in Parlamento del presidente del Consiglio Mario Draghi. Nel senso che il sostegno dei partiti sarà pronto a venirne a meno, allorché l’ambizioso piano di Draghi incontrasse difficoltà lungo il cammino. (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr