Miami Open: Sinner cede in due set, titolo a Hurkacz

Miami Open: Sinner cede in due set, titolo a Hurkacz
Più informazioni:
Rai Sport SPORT

Stai facendo un bellissimo lavoro e hai un bellissimo futuro", ha aggiunto con tutta la sportività e l'umiltà del campione.

Jannik però non ne ha approfittato e con il peggior game giocato a Miami ha ceduto il servizio a zero.

Grazie a tutti quelli che mi hanno guardato da casa, Torneremo più forti", ha dichiarato il tennista azzurro congratulandosi con l'amico-rivale.

Hubert Hurkacz - Jannik Sinner. (Rai Sport)

La notizia riportata su altre testate

LEGGI ANCHE > > > Finale Miami, è finita: colpo di scena Sinner. LEGGI ANCHE > > > Tennis, Sinner uomo dei record: solo Agassi, Djokovic e Nadal come lui. Sinner mania: i prossimi impegni per il riscatto. (DirettaGoal)

Nonostante non sia più quella di una volta, a quasi 36 anni è ancora vicina ad un seed negli Slam, il che è tutto dire. Comunque il tempo è dalla sua, e un gioco di quella solidità difficilmente non le permetterà di rimanere al vertici per anni. (Ubi Tennis)

Il polacco, attraverso un approccio solido, ha trovato la vittoria, favorito da una versione di Sinner non centrata come in altre circostanze. Detto questo, alla fine della fiera, Jannik inizia questa nuova settimana da n. (OA Sport)

Sinner a Miami su Sky Sport, secondo risultato assoluto per il tennis

Già nel 2020 attraverso risultati come i Quarti al Roland Garros Jannik Sinner aveva mostrato sprazzi del suo talento, ma raggiungendo la finale al Miami Open, primo Masters 1000 di questo 2021, il giovane altoatesino ha lanciato la sfida al mondo ed ha mostrato che sembra molto più vicino ai Big mondiali rispetto a ciò che pensavamo. (Tennis World Italia)

All'atto finale del torneo di Miami ha perso contro un avversario alla sua portata, dopo aver impallinato grandi campioni nei turni precedenti. Ha pagato cara l'emozione, ma a 19 anni certi limiti di sé sono inesplorati. (La Verità)

E che nella Race per le Atp Finals a Torino si ritrova al 7° posto, sorpassato proprio da Hurkacz ma sempre in corsa. Alla prima finale della carriera in un Masters 1000 a Miami, conquistata a 19 anni e 7 mesi alla terza partecipazione, il talento azzurro cede all’ultimo ostacolo contro l’amico Hubert Hurkacz. (Digital-Sat News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr