Vaccini nei luoghi di lavoro, firmato l’accordo governo-parti sociali. Ecco cosa prevede

Vaccini nei luoghi di lavoro, firmato l’accordo governo-parti sociali. Ecco cosa prevede
Il Sole 24 ORE INTERNO

Tutto questo è contenuto nella bozza del testo su cui ieri a tarda sera era vicinissimo l’accordo tra governo, aziende e sindacati.

Dalla vaccinazione diretta in azienda, al ricorso a strutture sanitarie private attraverso lo strumento delle convenzioni, o a strutture territoriali dell’Inail.

Altra indicazione: bisogna assicurare un piano di turnazione dei lavoratori dipendenti dedicati alla produzione con l’obiettivo di diminuire al massimo i contatti

Protocollo sicurezza e smart working. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

SI INIZIA A MAGGIO SU BASE VOLONTARIA. Sarà un canale parallelo ma non sostitutivo di quello sanitario territoriale. OLTRE 7MILA AZIENDE. Nelle scorse settimane, sono state contate oltre 7mila imprese che hanno dato la disponibilità dei propri spazi, oltre 10mila locali offerti anche per periodi superiori a tre mesi. (Notizie - MSN Italia)

(mi-lorenteggio.com) Milano, 07 aprile 2021 – La Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, ha approvato un bando da 360 mila euro per la nuova costruzione di centri di lavorazione della selvaggina e centri di sosta e pe ristrutturazione e ammodernamento di quelli esistenti. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Ma soprattutto quel qualcuno non avrebbe mai dovuto mettere le persone in attesa dopo il vaccino in quell'antro Ma la campagna di vaccinazione in Umbria non è per il momento un modello nazionale, è in linea con molte altre realtà. (PerugiaToday)

Covid: piano vaccinale o tela di penelope? L'improvvisazione il nostro limite maggiore

Roma, 7 aprile - Sappiamo già quanto durano gli anticorpi prodotti dal Coronavirus nell'organismo delle persone che sono state positive, adesso si cerca di capire quanto dura l'efficacia del vaccino. Però osservando i vaccinati Moderna dopo 7 mesi è possibile che la protezione possa durare anni". (IL GIORNO)

Se inizialmente si pensava che, essendo stati colpiti per primi, fossimo stati presi di sorpresa, e quindi che avessimo pagato per questo uno scotto maggiore, il proseguo dell’epidemia ha chiarito che forse è l’improvvisazione il nostro limite maggiore. (BrindisiReport)

“La variante giapponese potrebbe ridurre l'efficacia dei vaccini”, dichiara all’Adnkronos Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano. Covid, le altre notizie. (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr