Azioni Mediobanca brillano a Piazza Affari, Del Vecchio e Caltagirone salgono nel capitale

Azioni Mediobanca brillano a Piazza Affari, Del Vecchio e Caltagirone salgono nel capitale
Money.it ECONOMIA

A Piazza Affari brillano le azioni Mediobanca, che scambiano stamattina a 9,74 euro, in rialzo del 2% rispetto alla seduta (positiva) di ieri.

Azioni Mediobanca in focus, Del Vecchio e Caltagirone muovono i fili. Nel dettaglio, Del Vecchio, numero uno di EssilorLuxottica, è arrivato al 19% di Mediobanca, e cioè a un passo dalla soglia limite del 19,99% per cui ha ricevuto espressa autorizzazione dalla BCE. (Money.it)

Ne parlano anche altre testate

"Questa mossa, se si dovesse concretizzare - commentano gli analisti di Equita - sarebbe un chiaro segnale di sfiducia da parte dei grandi soci privati di Generali, che contesterebbero al Ceo una crescita dimensionale della compagnia (anche attraverso acquisizioni) troppo lenta" (Yahoo Finanza)

Il 16 luglio scorso scadeva infatti una opzione su uno 0,113% di Piazzetta Cuccia ma il prezzo non era conveniente per le parti e dunque nessuno ha dato seguito all’accordo. Un piccolo passo in più rispetto a quanto dichiarato solo l’altro ieri, era al 2,88%, e compiuto a valle di acquisti mirati effettuati in Borsa tra il 12 e il 21 luglio. (Il Sole 24 ORE)

Fatti, numeri, ricostruzioni e rumors. Francesco Gaetano Caltagirone si rafforza in Mediobanca. Affermatosi tra immobiliare e costruzioni, Caltagirone poi ha diversificato nei servizi municipalizzati e nella finanza: e negli ultimi 15 anni ha comprato e poi venduto quote rotonde in Bnl, Mps, Unicredit”. (Startmag Web magazine)

Mediobanca, Caltagirone, Del Vecchio e il profumo di Opa su Generali

Brembo - Potenziale aumento della guidance. . Brembo dovrebbe riportare un buon set di risultati nel secondo trimestre, guidati dal forte segmento premium. In particolare, il secondo trimestre dovrebbe mostrare un rimbalzo dei volumi per i principali produttori di automobili con una sovraperformance nel segmento Premium. (Milano Finanza)

Non a caso, nell’eventualità di operazioni straordinarie sulla compagnia triestina, il governo ha in mano poteri speciali da esercitare se si manifesta un grave pregiudizio per la nazione. (Il Fatto Quotidiano)

Tuttavia le mosse di Caltagirone e Del Vecchio sostengono il titolo, che tratta su valutazioni attraenti e con fondamentali solidi”, scrivono gli analisti di Equita. Nel frattempo il Sole 24 Ore oggi evoca scenari da Opa: “Un accordo tra i maggiori azionisti di Generali supererebbe di gran lunga la soglia dell’Opa, che, come per la stessa Mediobanca, anche per Trieste è del 25% (Startmag Web magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr