Italiano scampato all'attentato in Congo, la sorella: "Sta bene"

Italiano scampato all'attentato in Congo, la sorella: Sta bene
Altri dettagli:
LA NAZIONE INTERNO

Lo ha detto, parlando brevemente con l'Ansa, Maria Grazia Leone, dottoressa odontoiatra con studio a Prato, sorella di Rocco Leone, il funzionario del Pam rimasto illeso durante l'attacco in Congo nel quale sono stati uccisi l'ambasciatore italiano Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci.

Da amici pratesi di Rocco Leone è trapelata la notizia che avrebbe telefonato alla moglie per rassicurarlo sulle sue condizioni di salute

Prato, 23 febbraio 2021 - "Mio fratello Rocco sta bene e grazie al cielo abbiamo saputo come stava immediatamente dai media, subito dopo l'attentato. (LA NAZIONE)

Su altre fonti

Un primo elemento posto in risalto è che, di questo quadrante e delle sue vicissitudini, non si hanno particolari nozioni. (di Julian Carax ). I tragici eventi avvenuti nella Repubblica Democratica del Congo sono ormai noti: l’omicidio dell’ambasciatore Attanasio e del carabiniere Iacovacci campeggiano ovunque sulle prime pagine dei giornali. (Difesa Online)

Ma alcuni testimoni parlano alle tivù locali di un agguato «ben organizzato» e confermano che l’autista, Mustafa Milambo, è stato ucciso subito I Ros ieri hanno recuperato anche la sua pistola, che sarà sottoposta ad analisi. (La Stampa)

Quando è giunta la notizia della sua morte per tutti è stato un momento di panico, di rabbia, di grande dolore" "Lo ricordo come una persona che era diventata importante punto di riferimento per i colleghi, cui stava vicino nei momenti di difficoltà. (Telefriuli)

Vittorio Iacovacci, Carabiniere ucciso, si sarebbe sposato in estate

Luca non voleva mai mancare, nonostante i suoi impegni. "Eravamo un gruppo bellissimo, studiavamo insieme e non ci siamo mai persi di vista. (IL GIORNO)

Per l'Onu, il transito dell'auto di Luca Attanasio nella zona a rischio era autorizzato dalle autorità locali. Ma Kinshasa smentisceUn aereo ha riportato a Roma le salme dell'ambasciatore, Luca Attanasio, e del carabiniere, Vittorio Iacovacci, uccisi l'altro ieri insieme al loro autista, Mustapha Mi (La Verità)

Due figli cresciuti dalla famiglia con profondo senso del dovere e amore per il proprio Paese, ora divisi da questa sorte straziante. Vittorio Iacovacci, caduto insieme all’ambasciatore Luca Attanasio e al loro autista, mentre era in servizio di scorta nella Rep (Leggilo.org)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr