Borse ancora nel segno di Omicron. Il petrolio Brent scende a 70 dollari

Rai News INTERNO

Il petrolio Brent scende a 70 dollari. Condividi. di Fabrizio Patti Le incertezze sulla variante Omicron continuano a condizionare i mercati.

Mercati Borse ancora nel segno di Omicron.

Dopo il rimbalzo di ieri, oggi l'indice Ftse Mib di Piazza Affari ha visto una discesa fino a quasi il 2%, per poi recuperare: ora segna -0,30%, in linea con Parigi, Londra e Francoforte.Segno meno in apertura anche a Wall Street: -0,79% per l'indice Dow Jones, mentre il Nasdaq ha recuperato, +0,04%. (Rai News)

Su altri media

Per questo motivo le quotazioni, in calo ovunque, hanno visto una vittima illustre, il petrolio. Oltre questo, però, a tutti i fattori che spaventeranno i mercati azionari nei prossimi mesi, si devono aggiungere le ultime dichiarazioni dei vertici di Moderna, una tra le aziende produttrici di vaccino, i quali hanno confermato che la creazione di un vaccino pienamente efficace nei confronti della nuova variante, potrebbe richiedere mesi. (Proiezioni di Borsa)

Dopo un parziale rimbalzo nella giornata di lunedì, le azioni globali sono tornate a perdere terreno nella giornata odierna, con gli investitori preoccupati per le nuove restrizioni ai viaggi e potenziali revisioni al ribasso della crescita globale. (Il Messaggero)

DIASORIN, che beneficia del maggior uso dei tamponi in una fase di recrudescenza del virus, sale del 3,3%. RECORDATI avanza dello 0,9%. Sul fronte dei ribassi sono particolarmente colpiti le auto e i petroliferi. (Yahoo Finanza)

Negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,8%); sulla stessa tendenza, in lieve ribasso il FTSE Italia Star (-0,48%). Vendite a piene mani su Banca Popolare di Sondrio, che soffre un decremento del 3,26%. (Il Messaggero)

Lo scenario positivo - C'è infine una visione più ottimistica legata alla variante Omicron: leggermente più trasmissibile della Delta, ma con effetti decisamente meno severi sulla salute. In questo caso la crescita globale sarebbe perfino superiore a quella prevista dalla banca d'affari (Ticinonline)

Sul listino di Piazza Affari la peggiore è Stellantis -2,33, mentre in netta controtendenza viaggia Diasorin (+3,48%).Segnali di nervosismo arrivano anche dal mercato delle materie prime. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr