Pugilato. Tyson Fury campione del mondo dei pesi massimi: "Sono il re e sono qui"

Rai News SPORT

Fury è andato in difficoltà nel corso del quarto round, quando è stato messo per due volte al tappeto da Wilder.

Poi Fury ha iniziato a scaldarsi sulle note di Sweet Home Alabama, e l'Alabama è lo stato da cui viene Wilder.

Poi nel 2020 ancora Fury dominante, e infatti chiuse il match alla settima ripresa

Tyson Fury campione del mondo dei pesi massimi: "Sono il re e sono qui". Battuto l'americano Wilder. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altri media

Pieno di dolore e poesia. I giornali inglesi sono ovviamente pieni di Tyson Fury. Il Guardian ha definito il terzo match contro Wilder “uno dei grandi combattimenti nella storia dei pesi massimi”. (IlNapolista)

Iniziative come quelle di Tyson Fury, il Gypsy King che si è ripreso il tetto del mondo del pugilato sono solo ulteriori segnali della grande salute del protocollo e della sua rilevanza. P.S: per chi volesse aggiudicarseli, i NFT di Tyson Fury sono ancora disponibili ad un prezzo di 0,03 ETH (Criptovaluta.it)

L'altra notte, a Las Vegas, Tyson Fury e Deontay Wilder, uno inglese, l'altro americano, non proprio giovanissimi (33 anni contro 35), due fra i più credibili pesi massimi del ventennio, hanno messo talento, forza, coraggio, abilità e potenza dei pugni per entrare nella galleria dell'immortalità. (ilGiornale.it)

L'inglese ha sconfitto sabato sera a Las Vegas per la seconda volta consecutiva Deontay Wilder, per ko nell'undicesimo round, al termine di un incontro appassionante. Per due volte, al quarto round, Fury è caduto a terra ma si è rialzato (AGI - Agenzia Italia)

Credo di poter battere chiunque nella storia" (Sky Sport)

Magari ci si arriverà dopo la rivincita di Joshua con Usyk, per non dire l’ennesimo trittico della storia della boxe, quindi non prima di un anno. Il problema, come al solito, non sono i soldi con cui ormai non si compra nemmeno un pizza (o un tampone), ma la gestione mentale dei mille micropagamenti. (Indiscreto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr