Giuseppe Condorelli, il re dei torroncini che ha denunciato il pizzo chiesto da Cosa Nostra

Giuseppe Condorelli, il re dei torroncini che ha denunciato il pizzo chiesto da Cosa Nostra
Today.it INTERNO

Minacce e richieste di denaro coraggiosamente respinte dal cavalier Giuseppe Condorelli, erede del fondatore dell’azienda, che ha denunciato tutto ai carabinieri.

Alla Condorelli, hanno ricostruito gli investigatori, era stata fatta trovare una bottiglia con del liquido infiammabile e un biglietto intimidatorio: "Mettiti a posto ho (sic) ti facciamo saltare in aria cercati un amico".

Chi non si piega, come nel caso della nota industria dolciaria 'Condorelli', viene lasciato in pace”, ha detto all’Adnkronos Gianmauro Cipoletta, comandante della compagnia dei carabinieri di Paternò, nel catanese. (Today.it)

Su altri giornali

Tra gli indagati anche Daniele Licciardello, indicato come esponente di vertice del gruppo di Belpasso, accusato del tentativo di estorsione. La risposta di Licciardello è netta: "non è che non vuole pagare, non ha mai pagato. (Antimafia Duemila)

La risposta di Licciardello è netta: "non è che non vuole pagare, non ha mai pagato.". L'interlocutore pone un altro quesito: "non vuole pagare piu'?". (CataniaToday)

A quel punto l’imprenditore ha deciso di rivolgersi alle autorità ed è partita l’operazione “Sotto scacco” che ha portato alla fine all’arresto di ben 40 persone. Il re dei torroncini Condorelli ha deciso di dire “no” al pizzo. (CheNews.it)

Cosa Nostra, Condorelli denuncia il pizzo e i torroncini arrivano alla Camera che rende omaggio all’imprenditore – Il video

"Non piegarsi agli estorsori - aggiunge Musumeci - è l'unica via per sottrarre la nostra economia al giogo mafioso e dare un futuro ai nostri giovani. Come il cavaliere Condorelli, sono tanti quelli che si ribellano al racket, confidando nella presenza dello Stato, delle istituzioni e delle forze dell'ordine che, oggi più che mai, offrono un aiuto concreto a chi dice no al 'pizzo'. (CataniaToday)

L’industria dolciaria siciliana Condorelli, regina dei torroncini, resiste alle ripetute richieste di pizzo e contribuisce all’arresto di 40 mafiosi. “Gli dobbiamo fare un po’ di danno a Condorelli, a Condorelli anche ‘mbare”, queste le parole di Licciardello intercettate mentre parla con un’altra persona. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

Video: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev. Leggi anche: Insieme l’Italia ce la può fare». (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr