Joao Pedro con l’Italia già a gennaio: Mancini può chiamarlo in azzurro per provare l’uomo in più in attacco

Corriere della Sera SPORT

A marzo compie 30 anni, è alto (184 centimetri) e tecnico, con il senso del gol e il gusto dell’assist.

Per capire se può essere l’uomo in più, c’è solo un modo: provarlo

Mancini, che non lo considera il salvatore della patria, ma un’arma in più per risolvere il problema del gol.

È stato un colpo inaspettato, mi fa moltissimo piacere, perché è scontato dire tutto quello che la Sardegna e l’Italia rappresentano nella mia vita. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

La Nazionale di Roberto Mancini potrebbe avere a breve due importanti rinforzi in vista dei prossimi impegni internazionali. Anche per Luiz Felipe, come per Joao Pedro, è possibile nelle prossime un contatto con un rappresentante di rilievo del Club Italia (AreaNapoli.it)

Sulla carta il Portogallo, in Portogallo, potrebbe essere l’insidia più importante“. Le inside per l’Italia sono diverse e di questo ne ha parlato il presidente della FIGC Gabriele Gravina, al termine del consiglio federale. (Calcio In Pillole)

Sulla naturalizzazione di Joao Pedro: “Il club Italia se ne sta interessando a 360 gradi, stanno lavorando su tre posizioni e sono a buon punto Domani a Zurigo ci saranno i sorteggi dei playoff per l’accesso ai Mondiali in Qatar 2022. (Calcio In Pillole)

Il laziale era già stato convocato dall'U21 di Di Biagio, salvo poi fare marcia indietro nel momento del raduno perché attratto dall'idea di essere convocato col Brasile. Se dovesse accettare, in seguito al contatto decisivo col Club Italia che dovrebbe avvenire nei prossimi giorni, allora potrebbe essere chiamato per lo stage di gennaio che servirà a fare il punto per i playoff di marzo. (TUTTO mercato WEB)

Luiz Felipe possiede già la doppia cittadinanza e Mancini lo sta seguendo in maniera importante molto più di Ibanez della Roma. In questi mesi il ct farà la sue valutazioni e non è da escludere che nello stage che si terrà a fine gennaio non possano esserci volti nuovi. (La Lazio Siamo Noi)

Nessuno dal club sardo ha mai negato i contatti con lo staff di Roberto Mancini che ha chiesto informazione e, nelle ultime ore, il Cagliari ha fornito alla segreteria della Figc e ai vertici della Federazione, tutta la documentazione necessaria per poter far partire l'iter che renderebbe convocabile Joao Pedro (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr