Crema, bimbo si fa male all'asilo. Indagata la sindaca Stefania Bonaldi, rivolta Anci e primi cittadini: «Ora basta, siamo nel mirino»

Crema, bimbo si fa male all'asilo. Indagata la sindaca Stefania Bonaldi, rivolta Anci e primi cittadini: «Ora basta, siamo nel mirino»
leggo.it INTERNO

Un bimbo si ferisce all'asilo comunale, e la sindaca viene indagata.

La stessa Bonaldi, citando Franco Battiato, ha detto che quanto accaduto «mi spinge a impegnarmi con ancora più volontà.

Non chiediamo l'immunità o l'impunità, chiediamo solo di liberare i sindaci da responsabilità non proprie».

Le responsabilità che hanno i sindaci sono obiettivamente sproporzionate»

Alla sindaca, in concorso con altri, si contesta di aver omesso l'installazione di dispositivi idonei ad evitare la chiusura automatica. (leggo.it)

La notizia riportata su altri media

Ieri, un’altra sindaca grillina, Virginia Raggi, si è unita al coro: "Più chiarezza sulle responsabilità, per evitare il blocco dell’attività amministrativa" Con garbo istituzionale, Stefania Bonaldi, sindaco di Crema, si presenta davanti all’assemblea cittadina e avvisa tutti: la magistratura ha cominciato a occuparsi di lei. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

E dovrebbero capire che la questione non riguarda solo le dita di un bimbo chiuse in una porta, ma la concezione che loro hanno del loro agire politico Per fare ciò, però, Pd, cinquestelle e compagnia cantante (pure tanta gente di “destra”) dovrebbero rinnegare anni e anni di campagne mediatiche contro gli avversari al grido di “non potevano non sapere”. (Tempi.it)

Portato al San Raffaele, il piccolo era stato operato e, dopo tre mesi di cure, era guarito. Crema (Cremona), 9 giugno 2021 - Grande scalpore ha suscitato la notizia dell’avviso di garanzia ricevuto dal sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, per un fatto accaduto in un asilo nido nell’ottobre dello scorso anno. (IL GIORNO)

Bimbo si schiaccia un dito all'asilo a Crema, indagata la sindaca Stefania Bonaldi

E di qui sorge il dovere di svolgere accertamenti per ogni fatto astrattamente previsto come reato dalla legge”. Il magistrato ha spiegato che i genitori propongono querela perché “ipotizzano che non sia normale andare al nido e subire gravi lesioni; qualcuno potrebbe portarne la responsabilità. (Il Fatto Quotidiano)

O del sindaco beccato a non pagare le tasse comunali sulla sua casa nel comune che amministra, che ha preferito dare la colpa alla moglie. Mente lavava le stoviglie era scivolata sul pavimento bagnato causandosi un infortunio di media gravità, prognosi 90 giorni. (Il Fatto Quotidiano)

Come si può indagare un Sindaco perché un bimbo dell’asilo prende le dita in mezzo alla porta? Un abbraccio forte a Stefania Bonaldi. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr