Vaccinazione degli anziani: le nuove indicazioni operative per accelerare

Vaccinazione degli anziani: le nuove indicazioni operative per accelerare
LeccePrima INTERNO

I decessi registrati sono stati 34, di cui sei di residenti in provincia di Lecce, mentre il numero dei guariti è cresciuto di 1.407 unità.

Sono 61mila i cittadini di questa fascia di età che hanno ricevuto la prima dose e circa 4mila quelli che hanno completato la vaccinazione

Fino a oggi sono 53.300 gli ultraottantenni che hanno ricevuto almeno la prima dose e circa 35mila anche la seconda.

Sono stati 1.028 i tamponi risultati positivi, di cui 196 in provincia di Lecce. (LeccePrima)

Su altre testate

Per quanto riguarda il primo aspetto, Locatelli ha ricordato che in Italia da inizio pandemia si sono registrati diciannove decessi covid tra i minori di 18 anni e nella quasi totalità dei casi erano presenti sicuramente malattie pregresse gravi. (Fanpage.it)

A questo proposito dall’indagine è emerso come il disorientamento informativo delle famiglie sia uno dei temi centrali.Ancora, secondo l’OMS, sono ancora circa 20 milioni di bambini in tutto il mondo che ad oggi non hanno accesso ai vaccini di cui hanno bisogno e molti di loro non ricevono vaccini vitali durante l’adolescenza, l’età adulta o la vecchiaia. (Rai News)

Sono oltre 20mila, infatti, le dosi somministrate fra sabato e domenica: il doppio rispetto all’ordinario, oltre il 50% in più secondo la media giornaliera che sul territorio da Scafati a Sapri s’attesta a circa 10mila iniezioni quotidiane. (la Città di Salerno)

SUSA, DAI VACCINI COVID AL CUP: PRIMO BILANCIO POSITIVO PER IL COMITATO A SOSTEGNO DELL'OSPEDALE

Attualmente le varianti sono preoccupanti perché più trasmissibili, ma ancora non c’è impatto dimostrato sull’efficacia dei vaccini”. (LaPresse) – “Stiamo conducendo molti studi per vedere se i vaccini siano efficienti contro le varianti, sinora non abbiamo visto importanti riduzioni di efficacia quindi consigliamo di continuare con i piani di vaccinazione, di non ritardarle, perché la protezione delle persone ad alto rischio è sufficiente su mortalità e morbidità. (LaPresse)

Il Bolognese nella settimana che si è appena conclusa fa registrare un'incidenza di 134 casi (da 125 della settimana precedente). Piacenza è a 105, reduce da due rialzi consecutivi (da 98 di 19-25 aprile e 91 del 12-18 aprile) (La Repubblica)

Quali sono le principali attività che avete svolto a favore dell’ospedale di Susa e dei Servizi della valle? Condividi. (ValsusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr