Morto Libero De Rienzo, dal Bart di Santa Maradona al Giancarlo Siani di Fortapasc: ritratto…

Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

E De Rienzo ci era talmente entrato in quella parte, quasi forse da non uscirne più.

Smetto quando voglio, con annesso Masterclass e Ad Honorem, rivide Libero De Rienzo interpretare un altro Bart: superlaureato in economia e poco atletico performativo (ricordiamolo quando sbaglia comicamente l’assalto al treno).

Libero De Rienzo, trovato morto in casa all’età di 44 anni, l’aveva toccata pianissimo fin dal suo esordio. (Il Fatto Quotidiano)

Su altri media

L'uomo, arrivato sul posto, ha chiamato subito il 118 dopo aver trovato De Rienzo esanime, dopo un malore 17 luglio 2021 a. a. a. La morte di Libero De Rienzo a soli 44 anni non ha sconvolto solo il mondo del cinema, ma anche la redazione di Chi l'ha visto. (Liberoquotidiano.it)

Da Fortapasc a Smetto quando voglio, Libero De Rienzo ha prestato il volto a numerose pellicole di successo. Alcune sequenze sono divenute cult grazie a Libero De Rienzo, pensiamo alla citazione sul «perché si fuma» o sulla «sregolatezza senza genio». (Il Sussidiario.net)

Figlio del regista Fiore De Rienzo, Libero lascia la moglie Marcella Mosca e due figli di 2 e 6 anni. Santa Maradona – 2001. Era il 2001 quando De Rienzo interpretò il ruolo di Bartolomeo “Bart” Vanzetti in Santa Maradona, film scritto e diretto da Marco Ponti (Bellacanzone)

L’attore, regista e sceneggiatore è stato stroncato da un infarto nella sua casa romana. Aveva lavorato in alcune produzioni televisive, tra cui «Nassiriya» e «Aldo Moro». (Corriere della Sera)

"Per me era un amico fraterno, da vent'anni". Stavano scrivendo un nuovo film insieme. (la Repubblica)

Si tratta del seguito di Smetto quando voglio del 2014, accolto con grande entusiasmo da pubblico e stampa. Ricordiamo che il primo film è uscito nel nel 2014 con Smetto quando voglio mentre il terzo è del 2017 con Smetto quando voglio – Ad Honorem. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr