"Hanno preso la mia ragazza, l'hanno alzata e l'hanno palpata nelle parti intime"

Hanno preso la mia ragazza, l'hanno alzata e l'hanno palpata nelle parti intime
MilanoToday.it INTERNO

Dopo la mezzanotte ai Navigli, la coppia ha deciso di spostarsi in piazza del Duomo per proseguire i festeggiamenti ma, una volta arrivata, ha incrociato il branco.

Ormai gli inquirenti ne sono quasi certi: le vittime delle violenze sessuali di gruppo in piazza Duomo a Milano, la notte di capodanno, non sarebbero nove, ma di più.

Ragazzi descritti come egiziani che si sono avvicinati ai due, gridando "buon anno" in arabo e accalcalndosi vicino ai due. (MilanoToday.it)

Ne parlano anche altri media

Preferivo non essere indifferente, non volevo tornare a casa sapendo che potevo fare qualcosa e non l'avevo fatta". Ho pensato che stessero facendo una rissa, così ho preso il telefono in mano e ho fatto partire il video, come faccio spesso. (MilanoToday.it)

E il timore oggi è che lo choc di capodanno possa sfociare in intolleranza se non in razzismo. Sarebbe bello poter applicare la “cura Cartabia” per Milano, la città italiana più europea e da sempre con l’orgoglio da prima della classe, ancora stressata e sconvolta per la ferita di capodanno in piazza Duomo (Il Riformista)

"Bambole di pezza lanciate dentro al gruppo, dall'uno all'altro", "utilizzate a proprio piacimento e per soddisfare le proprie pulsioni, in spregio a ogni forma di rispetto della persona". (La Repubblica)

Violenze Capodanno Milano, autrice filmato: "Non temo ritorsioni"

Le foto in palestra sono alternate a quelle in città, a Torino e a Milano, in cui posa quasi come se fosse un consumato modello. Abdallah Bouguedra è uno dei due giovani arrestati dalla polizia per le molestie di piazza del Duomo a Milano nella notte di capodanno. (ilGiornale.it)

Lo ha deciso il gip di Milano Raffaella Mascarino che ha convalidato il fermo e disposto la misura cautelare per il giovane accusato di violenza sessuale di gruppo, rapina e lesioni nelle indagini della Squadra mobile, coordinate dall'aggiunto Letizia Mannella e dal pm Alessia Menegazzo (Ansa)

"Vorrei che quello che ho fatto non fosse stato invano" ammette la giovane, che è restata in contatto con la 19enne "Ero a Milano per trascorrere qualche giorno - racconta all'Adnkronos - e mi sono data appuntamento in piazza con degli amici quando ho visto questo gruppo di ragazzi. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr