Green pass obbligatorio e tamponi, Letta vs Salvini

Green pass obbligatorio e tamponi, Letta vs Salvini
Adnkronos INTERNO

Oggi senza il Green pass i lavoratori non hanno il diritto a lavorare."

Ma il leader della Lega insiste: "Tamponi rapidi e gratuiti". Green pass obbligatorio e tamponi gratis, continua a consumarsi anche su questo fronte lo scontro tra Pd da un parte e Lega e Fdi dall'altra, alla vigilia dell'obbligo della certificazione verde per i luoghi di lavoro in vigore da domani venerdì 15 ottobre.

- dice Meloni - Siamo una Repubblica fondata sul lavoro e oggi viene impedito di andare a lavorare senza il Green pass, il lasciapassare del governo?

Deve essere premiato chi è fedele, chi paga le tasse e chi si è vaccinato" scandisce Enrico Letta a radio Immagina, esprimendo "preoccupazione" per le vicende legate al Green pass. (Adnkronos)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Poi, ribadisce quanto già sostenuto da Carfagna: «Noi siamo la garanzia, senza il centro non si vince e governa». Obiettivo, convincere l’altissimo numero di astenuti al primo turno, ma anche far tornare alle urne i propri elettori. (Corriere della Sera)

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it Matteo Salvini: "Ho una sensazione, pronti a governare Roma e l'Italia". 15 ottobre 2021. "Ho la sensazione che tra domenica e lunedì si stiano risvegliando le coscienze. (Liberoquotidiano.it)

L'ho chiesto ieri a Draghi, tamponi rapidi e gratuiti per chi non ha il green pass" Green pass, Salvini insiste per i tamponi gratuiti: "Siamo una Repubblica fondata sul lavoro, non sul Green pass". (Liberoquotidiano.it)

Salvini a Torino: “Sul Green Pass stiamo esagerando”. Ma Cirio smentisce: “E’ uno strumento di libertà”

Si rivolge direttamente a Draghi, che vedrà poche ore dopo nel primo degli incontri settimanali decisi per uscire dalla turbolenza della riforma del catasto: «Sono preoccupato che qualcuno porti in Italia solo un’idea di passato. (Il Manifesto)

Ora cerca di scaricare le responsabilità sulla Lamorgese Penso che il ministro Lamorgese non sia all’altezza della situazione”, ha detto Matteo Salvini tornando ad attaccare la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese e parlando delle proteste contro il Green Pass. (Fanpage.it)

Anzi: «Se non ci fosse il Green Pass non staremmo qua oggi, non ci sarebbero i ristoranti pieni, non ci sarebbe il Salone di Torino, non ci sarebbero i cinema aperti» Un tema caro a Salvini che ha chiesto a tutti i candidati sindaco della Lega l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle loro città. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr