Conegliano, raid punitivo e pestaggio in centro: giovani arrivano armati di spranghe e manganello in piazza Cima

Conegliano, raid punitivo e pestaggio in centro: giovani arrivano armati di spranghe e manganello in piazza Cima
Qdpnews INTERNO

Le indagini sono in corso, come le operazioni di identificazione dei responsabili del raid, grazie ai filmati girati da alcuni testimoni

Raid punitivo in piazza Cima a Conegliano: è questo quanto avvenuto in centro, di fronte allo sguardo attonito degli avventori dei bar circostanti.

Pare che i giovani armati di manganello non fossero del posto, ma Carabinieri e Polizia di Stato, giunti sul posto per sentire i testimoni, mantengono il massimo riserbo. (Qdpnews)

Su altre testate

Bisogna identificare le persone e dargli il daspo urbano, in modo che non possano più entrare in città. “Al momento non sono stati quantificati i danni, – ha dichiarato Boscarato – ma ciò che è certo è che cose di questo genere non se ne erano mai viste a Conegliano”. (Qdpnews)

Infatti, le attività di indagine condotte senza soluzione di continuità hanno permesso di individuare due degli autori della grave aggressione avvenuta il pomeriggio di domenica 2 maggio nella centralissima Piazza Cima di Conegliano (Oggi Treviso)

La piazza, che si stava godendo un momento di relax all'aperto, piomba nella paura, tutti rimangono pietrificati Sono le 15.30 di domenica 2 maggio quando una dozzina di ragazzi accerchia quattro rivali, tranquillamente seduti a bere un aperitivo al Caffè al Teatro. (La Stampa)

Conegliano: «Delinquenti padroni della piazza, serve punizione esemplare»

Un vero e proprio raid punitivo ripreso in un video da alcuni presenti che hanno assistito all'accaduto e hanno subito allertato il 112. Intanto gli altri ragazzi che hanno preso parte all'aggressione si sono dileguati all'arrivo delle forze dell'ordine. (Fanpage.it)

L’agguato nel Trevigiano è avvenuto in pieno giorno, domenica pomeriggio, nella centralissima piazza Cima a Conegliano, a pochi passi da un bar, il “caffè al Teatro”: le vittime del pestaggio si erano appena seduti ai tavolini e non hanno potuto far altro che tentare la fuga, così come gli altri avventori, terrorizzati per quanto stava avvenendo Questo episodio fa seguito a quanto accaduto a Verona dove si è scatenata un’altra rissa tra giovani all’esterno di un locale con un deejay arrestato. (Corriere della Sera)

Si sono comportati come “padroni della piazza” nella nostra città che non conosceva episodi di tale violenza, per questo la loro punizione deve essere esemplare. A Conegliano, nella Marca e in Veneto, questi delinquenti non li vogliamo mai più rivedere» chiude Villanova (TrevisoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr