Cartelle esattoriali: novità in arrivo per tutti

Cartelle esattoriali: novità in arrivo per tutti
La Legge per Tutti INTERNO

Il decreto fiscale prevedrà più tempo per pagare le cartelle esattoriali ed un margine più ampio per sistemare le rate di rottamazione ter e saldo e stralcio.

La richiesta delle commissioni Finanze di Camera e Senato finirà nel decreto fiscale collegato alla manovra, in modo da far entrare subito in vigore il prolungamento del termine per il pagamento delle cartelle.

Anche questa richiesta è destinata a finire nel decreto fiscale che verrà firmato a breve dall’Esecutivo. (La Legge per Tutti)

Su altre testate

Primi impegni nel decreto fiscale. Una serie di impegni che il Governo potrebbe tradurre in norma già nei prossimi giorni all’interno del decreto fiscale collegato alla manovra. La possibilità di concedere più tempo potrebbe aprire la strada a una definizione agevolata dei ruoli. (Il Sole 24 ORE)

Ma non si esclude comunque una nuova proroga per le notifiche delle cartelle esattoriali che sono maturate nel biennio 2018 e 2019. Una soluzione che garantisce l’immediata entrata in vigore del provvedimento, e quindi allungando i termini per il pagamento delle cartelle esattoriali. (The Wam.net)

Roma, 14 ott. (LaPresse) -. (LaPresse)

Cartelle esattoriali fra rottamazione e rate, più tempo per pagarle: decreto in settimana, ecco cosa cambia

"E' in corso di valutazione da parte del governo l'inserimento in uno dei prossimi provvedimenti normativi di un pacchetto di norme che, in considerazione degli effetti economici dell'emergenza Covid.19, intervengano tra l'altro, sui termini di pagamento delle cartelle notificate nel periodo dal primo settembre 2021", ha detto Freni, aggiungendo che in particolare si sta studiando "la rimodulazione dei termini per pagare le rate della 'Rottamazione Ter', e del 'saldo e stralcio' e l'estensione del numero di rate il cui mancato pagamento determina la decadenza dei provvedimenti di rateizzazione in corso prima dell'inizio della sospensione Covid-19". (la Repubblica)

Inoltre potrebbe spalancare le porte alla rottamazione quater, che può sempre essere inserita nel decreto fiscale. Quest'ultima dovrebbe mantenere la definizione agevolate per le cartelle che scadono dopo quelle coinvolte nella rottamazione ter, cioè oltre il 30 novembre 2020 e quindi nel 2021. (ilmessaggero.it)

Mercoledì 13 Ottobre 2021, 07:59. Pignoramenti più soft per i contribuenti, più tempo per pagare le cartelle e maggiore efficacia contro l'evasione dei recidivi. Nel documento si rileva che il 90% dei contribuenti che ricevono una nuova cartella, l'avevano già ricevuta in passato. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr