La Fed resta accomodante, ma il tapering arriverà prima del previsto

Milano Finanza ECONOMIA

Il comitato ha nel frattempo votato all'unanimità per il mantenimento dei tassi a breve termine ancorati vicino allo zero.

Alcuni membri dell'istituto centrale hanno lasciato però intendere che l'avvio del tapering ci sarà già a partire dal 2022.

La Fed resta accomodante, almeno per ora, anche se gli aumenti dei tassi potrebbero arrivare un po' prima del previsto.

"Se la crescita continua come previsto, il Comitato giudica che una moderazione nel ritmo degli acquisti di asset potrebbe essere presto giustificata", si legge nella dichiarazione post-riunione del Fomc. (Milano Finanza)

Su altre fonti

Le cose andranno però un po' meglio nel 2022, quando l'incremento dovrebbe essere del 3,8% invece che del 3,3%. Le nuove previsioni dell'istituto centrale statunitense stimano che l'attività economica salirà del 5,9% quest'anno, contro il +7% atteso a giugno. (AGI - Agenzia Italia)

L’opinione prevalente era che la Federal Reserve non avrebbe agito in maniera aggressiva. 3' di lettura. Sui mercati girava ormai un certo ottimismo, testimoniato dal rimbalzo delle Borse europee. (Il Sole 24 ORE)

Inesistente, quantomeno stando alla reazione di Wall Street, la quale ha accelerato i guadagni dopo la conferenza di Jerome Powell. Per scongiurare la Lehman cinese è bastato il più classico dei provvedimenti alla greca: differimento e priorizzazione nel pagamento dei coupon obbligazionari. (Il Sussidiario.net)

Inoltre, dai nuovi dot plot, con un aumento poi tassi d'interesse che potrebbe arrivare prima del previsto, cioè l'anno prossimo. Dati macro. Nell'agenda macroeconomica di oggi, spiccano l'indagine sulle imprese francesi, il PIL della Spagna, nonché una serie di PMI manifatturiere, composite e dei servizi per Francia, Germania, Regno Unito e zona euro (Investing.com)

Ieri Wall Street ha chiuso in rialzo di circa l'1% con i principali indici.A Piazza Affari positivi tutti i comparti. Nel resto d'Europa Londra +0,40% Francoforte +0,77%.Due notizie hanno preceduto l'apertura dei mercati. (Rai News)

a Fed spiana la strada al ritiro degli stimoli messi in campo per la pandemia. E segnala l'avvio della riduzione degli acquisti di asset a 'breve', probabilmente già a novembre, e un aumento dei tassi d'interesse nel 2022. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr