Il rally azionario continuerà, trainato da transizione digital e green

Il rally azionario continuerà, trainato da transizione digital e green
Milano Finanza ECONOMIA

"Preferiamo i settori ciclici", conclude il money manager, "con valutazioni ragionevoli, come materiali di base, consumi discrezionali, industriali e alcuni finanziari europei

A livello globale, quindi, il money manager prevede per il 2021 un rimbalzo degli utili intorno al 29%, seguito dall'11% nel 2022.

Nonostante il mese di gennaio abbia visto un rallentamento dei mercati azionari, per analisti e money manager il trend rialzista non sembra destinato a fermarsi. (Milano Finanza)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il Nasdaq Composite ad alto contenuto tecnologico è sceso del 2% dopo essere sceso del 3,9% in precedenza. L’indice S&P 500 è sceso dello 0,8% Eastern dopo essere sceso di oltre l’1,8% in precedenza. (ilFormat)

Di seguito il contributo di Matteo Ramenghi, Chief Investment Officer di UBS WM Italy, dal titolo “L’azionario dopo il rally”; il documento analizza le performance del mercato azionario. «Gran parte della performance del mercato azionario americano è legata alla tecnologia; escludendola, l’indice S&P 500 è salito solo del 6% lo scorso anno. (Bluerating.com)

E i riflessi sui mercati finanziari non sono mancati, soprattutto nell’America più tecnologica che, negli ultimi 12 mesi, ha macinato record su record. In questo mondo che cambia, è importante investire “dalla parte giusta del cambiamento” e con Taymour Tamaddon, Lead Portfolio Manager US Large Cap Growth Equity Strategy di T. (Bluerating.com)

Precedente Azionario: torna l'avversione al rischio, ma il mercato riprenderà la corsa

O meglio ogni momento può essere perfetto – dice Gaziano – Nel 1982 il Dow Jones era appena sopra i mille punti. La Cina è il maggior consumatore e produttore mondiale di alluminio, con una quota di mercato globale superiore al 50%. (We Wealth)

Puntiamo su società legate alla transizione energetica e digitale. . A gennaio i mercati hanno festeggiato l’arrivo dell’ex presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, al timone del governo italiano. (lamiafinanza)

Sono interessanti anche tutti i settori industriali che possono beneficiare della transizione energetica e tutti i business in grado di beneficiare di una maggior digitalizzazione. Anche se le valutazioni del mercato italiano non sono tiratissime, cominciano ad esserci alcuni segnali di una bolla (Finanza Operativa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr