Matteo Berrettini, l'allenatore risponde a Fabio Fognini

Sportal SPORT

Hanno caratteri diversi, ma qualcosa che li avvicina e accomuna c’è, sono due ragazzi buoni, molto sensibili

Purtroppo il telefono era staccato, forse l’ho chiamato mentre era in volo verso il Giappone.

"A Fabio girano perché si è sentito dimenticato, e sperava in un'Olimpiade da medaglia anche in doppio.

L'altro, Berrettini, sono giorni che è intrattabile, affranto per questa rinuncia più di quanto non avessi previsto. (Sportal)

Ne parlano anche altre fonti

Il tennista italiano Fabio Fognini ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano Repubblica lamentandosi di non essere stato avvertito da Matteo Berrettini del forfait ai Giochi Olimpici di Tokyo. La sua piccola decisione di dare forfait si ripercuote anche su di me, perché non potrò giocare il doppio (AreaNapoli.it)

A Tuttosport: «Berrettini è intrattabile da giorni, affranto per la rinuncia più di quanto prevedessi. Tra i due è quello che ci è rimasto peggio». Ieri, in un’intervista a Repubblica, Fabio Fognini ha criticato Matteo Berrettini per non averlo neanche chiamato per dirgli che non sarebbe stato a Tokyo. (IlNapolista)

Berrettini avrebbe infatti dovuto partecipare anche al torneo di doppio con Fabio Fognini, che non ha gradito il comportamento del suo connazionale. Fabio è uno spirito passionale e la maglia azzurra l’ha sempre amata in modo particolare (Tennis World Italia)

E così, la telefonata non c’è stata. Dal sito ArenaNapoli apprendiamo che il coach di Berrettini, Vincenzo Santopadre, ha risposto così a Fabio Fognini: “A Fognini gli girano perché si è sentito dimenticato, e sperava in una Olimpiade da medaglia anche in doppio. (LiveTennis.it)

Ho sofferto nel primo set e poi nel secondo sono riuscito ad accelerare: contento di questa vittoria" Ho giocato in condizioni difficili, ad esempio in Australia, ma così è davvero dura. (Sportal)

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati «La sua piccola decisione di dare forfait si ripercuote anche su di me, perché non potrò giocare il doppio. (ilmattino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr