Tumore al seno, la rivoluzione che fa sperare: «Cura senza chemioterapia»

Tumore al seno, la rivoluzione che fa sperare: «Cura senza chemioterapia»
Altri dettagli:
ilmessaggero.it INTERNO

Anzi è andata così avanti da permetterci di prevedere nuove strategie di cura contro il tumore al seno.

In platea, donne guarite o ancora in cura per cancro al seno.

Il post-Covid, dunque, sembra inaugurare una nuova era per la cura del tumore al seno.

Per esempio nei tumori ormono-dipendenti a bassa proliferazione cellulare che dipendono dagli estrogeni si utilizzano farmaci antiestrogenici senza chemioterapia

Dopo la rivoluzione della chirurgia meno invasiva grazie ai trattamenti pre-operatori, che permettono sempre più spesso di conservare il seno ed anche i linfonodi ascellari. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altri media

Decisi così di raccontare la mia storia utilizzando i social, e questo mi ha aiutato moltissimo. Chiamo il mio nuovo seno con un nomignolo buffo, Wanda e, lo ammetto, condividere la mia storia e sapere di aver sensibilizzato qualche donna, mi fa sentire più leggera, un po’ più guarita! (PadovaOggi)

Prevenzione in movimento: sono state 350, oggi pomeriggio, a rispondere con entusiasmo all'invito lanciato con la terza edizione di La vie en rose, marcia non competitiva di sensibilizzazione alla prevenzione del tumore al seno. (L'Arena)

“Abbiamo voluto fare anche noi la nostra parte – ha spiegato – colorando di rosa le aziende del gruppo con l’auspicio di richiamare l’attenzione di tutte le donne sull’importanza di prendersi il giusto tempo da dedicare alla propria salute. (Libertà)

Tumore al seno: al via la quinta edizione di ‘Laudato medico’

​Firenze, 9 ottobre 2021 - Al via le iniziative di Firenze in Rosa Onlus per la prevenzione del tumore al seno, quest’anno insieme alle Acf Fiorentina Women’. Il ricavato della vendita delle fotografie sarà destinato a sostenere le iniziative della Onlus. (LA NAZIONE)

Con l’occasione la Asl di Rieti ricorda che se hai tra i 50 e i 74 anni puoi accedere tutto l’anno ai percorsi di screening gratuiti Per la prenotazione sarà indispensabile avere la prescrizione del medico riportante il codice di esenzione “D01” e la dicitura “Campagna di Screening regionale”. (Rietinvetrina)

A questo guarda l’iniziativa di Europa Donna Italia “Riconoscimento Umberto Veronesi al Laudato Medico”, giunta quest’anno alla V edizione. Tra i criteri che le pazienti sono invitate a segnalare: la disponibilità del medico, la capacità di ascolto, l’adozione di una comunicazione chiara e semplice, l’empatia e il sostegno prestato. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr