MET - Vaccini, Dattolo: "Bene la scelta del Governo sulla terza dose"

MET - Vaccini, Dattolo: Bene la scelta del Governo sulla terza dose
Met INTERNO

Così Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Firenze.

La fiducia nella scienza rappresenta ancora una volta la nostra arma migliore.

Facebook. Twitter. . Ordine dei Medici e Odontoiatri di Firenze. . Vaccini, Dattolo: "Bene la scelta del Governo sulla terza dose". . Il presidente dell'Ordine dei Medici di Firenze: "Condividiamo la decisione.

La fiducia nella scienza rappresenta ancora una volta la nostra arma migliore". (Met)

Su altre testate

“L’operazione antidroga svolta dagli specialisti del Gico di Palermo ha consentito di disarticolare una agguerrita azienda familiare illegale attiva tra il quartiere Zen 2 di Palermo e il Comune di Carini”, spiega il comandante provinciale della guardia di finanza di Palermo, Antonio Quintavalle Cecere. (Livesicilia.it)

Il 74,61% ha ricevuto la prima dose o dose unica. Il 52,25% ha ricevuto la prima dose o dose unica di vaccino (Quotidiano Sanità)

E’ assurdo che una fascia della popolazione sia ancora resistente alla vaccinazione, unico strumento a nostra disposizione per proteggerci. Rinnovo il mio invito a vaccinarsi e mi auguro che presto il vaccino, per alcune fasce d’età possa diventare obbligatorio” (Cronache Salerno)

Muore di covid a 28 anni dopo aver partorito, l'accusa dei familiari: "E' colpa dei medici"

È quanto emerge da un'analisi condotta dall'Office for National Statistics, che dimostra come la campagna di immunizzazione stia sortendo gli effetti sperati: abbattere la mortalità e ridurre il peso sulle strutture sanitarie. (Fanpage.it)

Mi permetto perciò di eccepire due considerazioni al suo articolo.1) l’articolo citato è una prestampa e non è stato sottoposto ad una revisione paritaria;2) il portavoce dell’MHRA (AGENZIA INGLESE REGOLATRICE DEL FARMACO) ha affermato che lo studio è stato preso in considerazione dall’organo consultivo indipendente del governo che ha scoperto che l’interpretazione dei risultati era limitata dal fatto che lo studio non teneva conto delle differenze di pratiche di trattamento quando si confrontano i tassi di ospedalizzazione tra infezioni da Covid-19 e miocarditi e pericarditi che si presentano dopo la vaccinazione e non è stata effettuata alcuna valutazione della gravità e della durata della malattia dopo il ricovero. (La Pressa)

È accaduto a Napoli dove la giovane donna era ricoverata in terapia intensiva al II Policlinico dal 29 agosto. La donna era incinta, ha contratto il Covid e non era vaccinata: ha partorito all’ottavo mese e poi è morta. (anteprima24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr