Covid, Israele allenta le restrizioni: Green Pass per i vaccinati - Il Sole 24 ORE

Covid, Israele allenta le restrizioni: Green Pass per i vaccinati - Il Sole 24 ORE
Approfondimenti:
Il Sole 24 ORE ESTERI

Autorizzati anche concerti ed eventi sportivi con la presenza del pubblico ma con regole precise: limite massimo di 300 persone al chiuso e 500 all'aperto

(askanews) - Israele ha iniziato ad allentare le restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19 dopo che gli studi effettuati hanno rivelato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% nel prevenire ricoveri e morti.

Israele ha il più alto tasso di vaccinazioni al mondo. (Il Sole 24 ORE)

Su altre fonti

Intanto il il premier Benjamin Netanyahu sta cercando un accordo con Grecia e Cipro per permettere ai vaccinati di oltrepassare le frontiere in primavera Israele riapre le attività rimaste chiuse a causa dell'emergenza Covid e si prepara a tornare gradualmente alla normalità grazie al Green Pass. (The Italian Times)

Con la pianificazione del ministero della Salute, guidato da Yuli Edelstein, la campagna vaccinale in Israele non solo corre veloce, ma cerca sempre più strade per invogliare la popolazione a sottoporsi al vaccino. (Yahoo Eurosport IT)

I sondaggi accreditano la nuova formazione di destra di almeno 20 seggi contro i 27 del Likud. Ma ancora più importante, per Segman, è il fatto di aver “digitalizzato il sistema sanitario, il che significa che ogni cittadino può fissare un appuntamento e ricevere aggiornamenti tramite il proprio telefono o computer, naturalmente anche di persona (Servizio Informazione Religiosa)

Cos’è il passaporto vaccinale, il Green Pass che in Israele consente l’accesso a palestre ed eventi

Il ministero della salute lo ha definito "la prima fase del ritorno alla normalità". Da oggi, infatti, potranno aprire negozi, biblioteche e musei anche se restano obbligatorie le misure legate a distanza sociale e uso delle mascherine. (Il Giorno)

Anche se, naturalmente, per questi ultimi, ci saranno delle limitazioni almeno fino a quando non saremo fuori dalla pandemia In Israele sono stati immunizzati 4.138.000 cittadini, ovvero il 45,3% della popolazione, dei quali 2.762.000, il 30,2%, ha ricevuto anche la seconda dose. (Nicola Porro)

Perché al momento, per quello che riguarda la campagna vaccinale anti-covid, è lì che si guarda, a Tel Aviv. A questo punto ci si chiede se il passaporto vaccinale introdotto in Israele sarà poi adottato anche nel resto del mondo. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr