Omicidio Cecilia, nuove accuse all’assassino. "Prima di ucciderla l’ha violentata"

Omicidio Cecilia, nuove accuse all’assassino. Prima di ucciderla l’ha violentata
Il Resto del Carlino INTERNO

Poi lui è salito a casa, ha preso il coltello, "mentre il figlio di lei dormiva", è sceso e l’ha uccisa.

La Procura ha nominato Vittorio Gatto dell’istituto di Medicina legale del Policlinico di Modena, che ha preso 60 giorni per depositare la sua relazione.

Il pm Pantani vuole accertare se ci siano stati ulteriori atti di violenza sulla vittima e ha anche disposto esami tossicologici

Il difensore si è rimesso a giustizia sulla convalida e non ha chiesto misure alternative: "Mancano i presupposti". (Il Resto del Carlino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Durante l'udienza di convalida, in cui è stato disposto anche l'esame autoptico sul corpo della donna, a Genco è stata contestata anche la violenza sessuale. «Una dinamica - spiega la presidente del Tribunale - identica a ciò che accade in decine e decine di processi per reati analoghi. (il Giornale)

L'omicidio di Juana Cecilia Hazana Loayza a Reggio Emilia. La donna era stata trovata morta in un piccolo parco pubblico in via Patti a Reggio Emilia. È quanto emerge dagli atti sul 24enne, fermato sabato scorso dai carabinieri di Reggio Emilia. (Today)

Mirko Genco ha registrato sul cellulare gli ultimi 53 minuti di vita di Juana Cecilia Loayza, la sua ex compagna che ha ucciso e che è accusato di aver violentato e perseguitato. Dalla registrazione, conclusa alle 3.05, ci sono riscontri al racconto fatto nella confessione. (Corriere della Calabria)

Nessun pentimento, Genco sceglie il silenzio: le telecamere confermano i dettagli dell'orrore. VIDEO

E ancora: violenza sessuale, porto abusivo d’armi, violazione di domicilio e appropriazione indebita delle chiavi di casa della 34enne uccisa Oltre alla tremenda violenza, si scopre ora che il 24enne di Parma avrebbe registrato gli ultimi minuti di vita della donna. (Thesocialpost.it)

Il gip ha replicato: «Si ritiene che qualsiasi accertamento non possa certo corrispondere a un errore ma anzi è funzionale ad evitare tale errore» Inoltre ha lasciato il coltello utilizzato per uccidere a fianco della vittima, comportamento coerente con la successiva e abbondante confessione». (La Gazzetta di Reggio)

Leggi e guarda anche. Reggio Emilia. Tribunale. Parma. omicidio. ex Polveriera. Maria Rita Pantani. udienza. femminicidio. via Patti. Mirko Genco. Juana Cecilia Hazana Loayza Questa ultima azione di Genco, che ha deciso di finire Juana dopo aver tentato di strangolarla, è sufficiente a contestargli la premeditazione? (Reggionline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr