Bordo: “Le accuse contro gli operatori della Rsa ‘Stella Maris’ sono ripugnanti”

Bordo: “Le accuse contro gli operatori della Rsa ‘Stella Maris’ sono ripugnanti”
ilsipontino.net INTERNO

Fa davvero male vedere invece che in questi luoghi ci possano essere anche comportamenti così ignobili

Esprimo grande solidarietà e vicinanza alle vittime e alle loro famiglie.

Le accuse contro gli operatori della Rsa “Stella Maris” di Manfredonia, arrestati per maltrattamenti e violenze nei confronti di anziani fragili e malati, sono ripugnanti.

Il contenuto di alcuni passaggi dell’ordinanza del giudice fa venire i brividi, per le botte, gli abusi e le parole usate dagli accusati. (ilsipontino.net)

Ne parlano anche altre fonti

Sono solo alcuni dei maltrattamenti di cui sono accusati i quattro indagati. Indagine della polizia. (La Voce di Manduria)

«La proprietà e la direzione della Stella Maris non hanno alcuna responsabilità e risultano danneggiate dalle condotte dei dipendenti, che saranno immediatamente sottoposti a sospensione cautelare». Lo ha detto all'ANSA Michele Vaira, legale rappresentante della Rsa di Manfredonia (Foggia). (ilmessaggero.it)

Le indagini della Squadra Mobile sono scattate dopo che al commissariato di Manfredonia è arrivata una lettera anonima che riferiva di presunti episodi di maltrattamenti. All’interno della busta c’era anche una chiavetta Usb contenente un file audio video sul quale erano state registrate le urla di un’anziana donna. (Il Fatto Quotidiano)

Orrore nella Rsa di Manfredonia, Fi: “Bene proposta Gatta per riaprire le strutture ai parenti senza limitazioni"

Uno degli indagati, in particolare, è "gravemente indiziato anche di aver compiuto delle violenze sessuali nei confronti - è scritto in un comunicato diffuso dalla Questura di Foggia - di due degenti". (La Repubblica)

(Unioneonline/v.l.) Le telecamere di sorveglianza installate dopo una denuncia anonima hanno permesso di verificare i reiterati abusi, fisici e psicologici, contro persone con malattie altamente invalidanti sia dal punto di vista fisico che mentale e per questo non in grado di reagire o difendersi. (L'Unione Sarda.it)

“Apprezziamo la proposta del consigliere regionale Giandiego Gatta di riaprire le Rsa alle visite dei parenti senza alcuna limitazione per cercare di prevenire abusi e violenze che, purtroppo, stanno venendo a galla e che sarebbero stati perpetrati ai danni degli ospiti della struttura di Manfredonia (StatoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr