Il dossier Generali divide la Consob e Savona si difende

La Repubblica ECONOMIA

ul caso Generali entra in campo, a modo suo, Paolo Savona, presidente della Consob.

«Non avendo tempo per rispondere agli amici che mi manifestano solidarietà desideravo far sapere che non sono io a tenere in scacco la Consob, ma è la vecchia Consob a tenere in scacco Savona.

È in corso l’eterna lotta tra la conservazione e l’innovazione su cui si va giocando il futuro dell’Italia»

(La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Il presidente dell’Autorità aggiunge dal suo account ufficiale: «È in corso l’eterna lotta tra la conservazione e l’innovazione su cui si va giocando il futuro dell’Italia». Così Savona tiene in ostaggio la Consob’) nel quale si fa una ricostruzione degli ultimi mesi di attività all’interno dell’Autorità di via Martini per cercare di dipanare la matassa dello scontro sulla governance di Generali (Il Sole 24 ORE)

LO SCENARIO. Non essendo Consob il legislatore, non spetta all’Autorità vietare la lista del cda o disciplinarla Cosa chiede Caltagirone alla Consob e come si divide la Commissione presieduta da Savona su Generali. (Startmag Web magazine)

Praticamente, un Paese emulo di Will Coyote nella sua corsa verso il burrone del canyon, fantasticando la cattura di Bip Bip Ancorché, in realtà, rappresenti nulla più che un mero segnale di fine ufficiale delle ipocrisie rispetto a una guerra interna nota da tempo. (Money.it)

L’articolo del Foglio scritto da un ex Repubblica contro Savona (Consob). Ma quale sarebbe la vecchia Consob messa alla berlina da Savona e chi strattonerebbe la Commissione e il presidente Savona? (Startmag Web magazine)

Resta il fatto che sulla questione è scoppiato uno scontro senza precedenti all'interno della Consob Tanto che, nel frattempo, Generali è andata avanti sulla lista del cda, arrivando a stilare un elenco di una trentina di possibili candidati. (ilGiornale.it)

E ancora: «È in corso l'eterna lotta tra la conservazione e l’innovazione su cui si va giocando il futuro dell’Italia». Se così non fosse sarebbe difficile spiegare le irritualissime parole vergate su Facebook dal suo presidente, Paolo Savona: «Non sono io – ha scritto – a tenere in scacco la Consob, ma è la vecchia Consob a tenere in scacco Savona». (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr